Una questione cominciata all’interno dei locali dell’area di servizio Ofanto Sud, e terminata all’esterno della struttura con l’aggressione di un cittadino somalo, irregolare sul territorio, ai danni di un agente di Polizia. Una pattuglia di Trani, intervenuta sul posto a verificare la situazione, notava l’uomo che gesticolava e inveiva nei confronti del titolare del locale. A questo punto è intervenuta in aiuto anche una volante del commissariato di Cerignola.

Invitato fuori dal locale, con l’intento di tranquillizzarlo, l’uomo però si è agitato alla richiesta di esibire documenti e permesso di soggiorno. Ne è seguita una colluttazione, al termine della quale l’uomo è stato arrestato e condotto presso la Questura di Foggia.

L’arrestato è stato accusato di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. E’ stato condannato per direttissima questa mattina a una pena (sospesa) di 10 mesi. I due poliziotti di Trani, invece, hanno riportato lesioni guaribili in 5 giorni. 

 

  • LUCA

    I 10 MESI SE LI DOVEVA FARE IN GALERA!!E’ SEMPRE LA SOLITA STORIA,QUESTA GENTAGLIA LO SA E FA QUELLO CHE GLI PARE,GIUDICI SMETTETELA !!!