CERIGNOLA: CONDANNATO A 6 ANNI DI CARCERE PER DUE RAPINE. RINTRACCIATO ED ARRESTATO DAI CARABINIERI

I Carabinieri della Stazione di Cerignola hanno tratto in arresto D.N., classe 1971, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso a seguito di condanna per due distinti episodi di rapina in concorso con un complice rimasto sconosciuto, entrambi ai danni di istituti di credito ed avvenuti nel marzo del 2000 a Pernumia (PD) e Santa Maria Maddalena (RO).

Erano le 15.30 dell’1° marzo 2000 quando due giovani dall’accento meridionale, con calza da donna calata sul volto, fecero irruzione in una banca di Pernumia, sorprendendo il direttore ed un impiegato. In mano uno di loro teneva stretto un taglierino e così, minacciando i due dipendenti, la coppia di banditi si fece consegnare il bottino, circa 7 milioni di vecchie lire compresi 1800 dollari, prima di fuggire a bordo di una Fiat Uno rubata poco prima in paese. L’indomani altro colpo in banca e stessa tecnica a Santa Maria Maddalena, in provincia di Rovigo, dove i due rapinatori riuscirono a depredare ben 128 milioni di vecchie lire.

Le indagini dei Carabinieri riuscirono ad identificare il D. grazie ad un’attenta visione delle immagini dei sistemi di sorveglianza, che in qualche piccolo frangente lo avevano ripreso ancora con il volto non travisato e preziose testimonianze di alcuni dipendenti delle banche.

L’arrestato è stato associato al carcere di Foggia.

TRINITAPOLI: TRE ARRESTI DEI CARABINIERI PER RICICLAGGIO DI AUTOVETTURE

I Carabinieri della Stazione di Trinitapoli hanno tratto in arresto con l’accusa di riciclaggio di autovetture e resistenza il cerignolano FRASCA Nicola, classe 1968, e due rumeni, MEREGIU Florin, classe 1977 e ALEXANDRU Georgel Cristian, classe 1982.

Gli arresti sono scaturiti da una serie di servizi di osservazione posti in essere dai Carabinieri nei giorni precedenti in prossimità di garage ubicati lungo la via Tratturello di Trinitapoli. Durante i servizi in questione erano stati notati strani movimenti e un andirivieni di persone nei pressi di detti locali.

Atteso il momento opportuno, i Carabinieri intervenivano e sorprendevano i tre uomini intenti a caricare pezzi di autovetture “cannibalizzate” sui due mezzi a loro in uso. I malviventi, alla vista dei militari, tentavano la fuga ma venivano in breve raggiunti, con i due rumeni che opponevano resistenza anche dopo essere stati bloccati.

Dal controllo all’interno dei box, i Carabinieri rinvenivano la scocca di una Ford Fiesta rubata nell’agosto 2015 a Triggiano, insieme a tutti i suoi pezzi smontati, un dispositivo jammer a sei antennine, utilizzato per inibire i segnali degli antifurti satellitari, attrezzi da scasso, numerosi pezzi di carrozzerie di varie marche e modelli, una busta in plastica contenente air-bag, tre motori  e varie targhe anteriori e posteriori, risultate abbinate ad autovetture compendio di furto.

Sono in corso ulteriori indagini per accertare la provenienza del materiale posto sotto sequestro. I tre sono stati associati al carcere di Foggia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

STORNARA: STRATTONANO DIPENDENTI DI UN SUPERMERCATO NEL TENTATIVO DI NON PAGARE LA SPESA. DUE RUMENI ARRESTATI DAI CARABINIERI.

I Carabinieri di Cerignola hanno tratto in arresto per rapina impropria i cittadini rumeni CALAFETEANU  Dan Florin, classe 1975 e CIOBANU Alin, classe 1978.

Era ormai prossimo l’orario di chiusura quando i militari intervenivano su richiesta di un dipendente del supermercato “LA PRIMA“ e bloccavano, ancora all’interno dell’esercizio commerciale, i due uomini che poco prima, per guadagnare la fuga dopo aver asportato furtivamente svariate bottiglie di liquori e confezioni di carni, avevano avuto una colluttazione con i responsabili alle casse che, accortisi del furto in atto, avevano trattenuto i due cittadini rumeni. La merce, del valore di circa 200 euro, veniva restituita e i due arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari.