Si è svolta sabato sera, nella splendida cornice di Piazza Matteotti, la 12ma edizione di “Cerignola, una città che va a 100”, organizzata dal periodico locale “Cerignola Città”, fondato da Gerardo Cialdella nel 2003. La manifestazione -la più longeva nel panorama cittadino- ha lo scopo non solo di dare spazio alle eccellenze dei nostri ragazzi, ma di saperne sfruttare idee e suggerimenti per un futuro migliore. «Siamo soddisfatti di come è andata questa edizione -dice Sergio Cialdella nella intervista concessa al nostro giornale-: ci sono stati ospiti illustri che in altri anni sono mancati; ci ha fatto molto piacere la presenza dell’Amministrazione Comunale in piazza. Quest’anno abbiamo avuto un ridimensionamento dei centisti (ne erano quarantacinque quest’anno, ndr), mentre negli anni precedenti il numero era molto maggiore. Speriamo che l’assessore alla cultura e qualche dirigente scolastico possano risolvere la situazione». La serata, aperta con il messaggio di augurio del Presidente regionale Emiliano, è stata condotta da Savino Zaba (cerignolano doc), che con il suo stile scanzonato e travolgente ha spronato la sua gente a fare qualcosa in più per togliere via quei fattori negativi che la circondano. Inoltre, fra una premiazione e l’altra, lo showman ha intonato alcuni brani del suo spettacolo, con l’apporto della band “I Revival” e con la presenza di Piero Monterisi, unitamente a Gianluca Damiano al piano e Antonio Piacentino alla tromba. Sulla stessa linea anche il Sindaco di Cerignola Franco Metta, che nel suo intervento ha esortato i giovani a non abbandonare la città, mettendo al servizio della comunità le proprie idee per conferire alla nostra terra un volto migliore. Nello spazio sportivo, sono state presentate le squadre dell’Allianz Udas Basket (serie C silver) e della Iposea Udas, che per la prima volta disputerà il campionato nazionale di B2 nel volley maschile.

Questo slideshow richiede JavaScript.