Tommaso Sgarro fa il punto sul Bilancio discusso ieri mattina in Consiglio comunale e rimarca come, da parte della maggioranza, ci siano stati pochi chiarimenti alle domande dell’opposizione. Di seguito la nota stampa completa del Segretario cittadino del Pd.

Tu gli parli di una grave problema come quello dei topi in città e gli offri un ipotesi di soluzione, il sindaco insulta gli elettori di centrosinistra dandogli dei topi. Tu evidenzi i motivi di illegittimità che ci potrebbero essere nella presentazione del bilancio e chiedi spiegazioni, e loro non possono fare dio meglio per nascondere la loro confusione di insultarti. Questa è la qualità politica dell’amministrazione Metta.

Pur consapevoli delle gravissimi difficoltà operative incontrate dalla dirigente dei Servizi finanziari e ringraziandola per il lavoro svolto in un arco di tempo molto limitato abbiamo votato contro il bilancio perché a nostro avviso presenta diversi motivi di illegittimità. Vista l’incapacità della maggioranza di ottenere termini più lunghi per l’approvazione del bilancio di previsione, come sarebbe stato necessario, ci siamo solo limitati a sottolineare una serie di incongruenze al bilancio presentato.

Tra queste segnaliamo la difformità tra la versione elaborata ai sensi del dlgs n.118/2011 e la versione del dlgs n.267/2000. Ci appare non corretta la determinazione dei debiti fuori bilancio. Mancherebbero all’appello debiti fuori bilancio relativi al settore Cultura e Servizi sociali per 188.973,83 secondo quanto riportato dalla relazione di fine mandato del precedente sindaco. Esistono? Come si pagano? Dalla lettura del bilancio e in sede di consiglio a questa domanda non è stata data risposta. Inoltre il fondo accantonato per il pagamento dei debiti fuori bilancio è incapiente rispetto all’importo dei debiti determinati. A questo si aggiunge l’assenza di documenti propedeutici all’approvazione come indicato dai Revisori dei Conti nelle Osservazioni e ad alcune fondamentali voci che non sono state indicate nella Relazione programmatica. Ancora una volta poi nel Comune di Cerignola si prevede di far pagare le spese correnti con il ricavato dei proventi delle multe derivanti da autovelox, stimate per complessivi euro 2.750.000. si fa cassa sulla pelle dei cittadini, facendo qualcosa non previsto, inoltre, dalla norme. Ultimo capitolo Ofanto sviluppo. La Legge del 27/12/2013 n.147 comma 551 prevede con chiarezza la costituzione di appositi fondi vincolati a fronte di partecipate comunali in perdita. Ofanto Sviluppo (di cui non abbiamo l’ultimo bilancio) ha chiuso il 2013 in perdita per il terzo anno consecutivo (ma in realtà è da sempre in perdita) a fronte di questa situazione nel bilancio di previsione nulla è stato accantonato in palese violazione di legge e non permettendo al consiglio di effettuare alcuna valutazione politica sull’opportunità dell’esistenza della società partecipata. Alle nostre perplessità non hanno fatto seguito chiarimenti, solo insulti da parte dalla maggioranza.

  • Tex

    Sgarro vai alla corte dei conti a denunciare. Tanto prima di arrivare dagli amministratori della Giunta Metta passeranno prima da voi per tutte le malefatte fatte negli anni passati , portando Cerignola in queste condizioni. Opponiti fattivamente e poche chiacchiere.

  • Tex

    Visto che sei una carica istituzionale nel momento del consiglio comunale allora DENUNCIA chi ti ha insultato . Ma mi faccia il piacere…….. Chi ti deve insultare? Chi ha tempo di farlo? Vale la pena farlo ? Infierire contro chi , del resto.