foto: Gennaro Balzano

Da domani si fa sul serio: dopo circa un mese di intensa preparazione, compreso il ritiro in altura a Campitello Matese, per l’Audace Cerignola si avvicina l’esordio ufficiale stagionale, per la prima giornata del campionato di Promozione. Un torneo che, come ovvio viste le notevoli ambizioni della società guidata dal presidente Nicola Grieco, vedrà gli ofantini sicuri protagonisti, alla ricerca di una nuova vittoria che porti a scalare le categorie che blasone e città meritano. Il pronostico sembra andare dalla parte dei ragazzi del confermato Massimo Gallo: ad una rosa già di per sé assai competitiva, sono stati aggiunti nomi dalla indiscutibile affidabilità e dal valore ineccepibile. Forse non è arrivato il colpo di grido, altisonante e che faccia infiammare la piazza, ma ai tifosi basta così, in una fiducia incrollabile verso una dirigenza che vuole riportare Cerignola ai fasti di un tempo e confidando nel marchio di “cerignolanità” che i gialloblu detengono con orgoglio. La difesa meno battuta dello scorso torneo di Prima categoria -una garanzia assoluta già in ben altri contesti- ha visto arrivare il roccioso Ivano Ciano (a dire il vero l’unico “straniero”, perché di San Giovanni Rotondo), un jolly molto prezioso per poter variare, a seconda dell’avversario, lo schema di gioco. In mediana, acquisti di livello: il ritorno sulle corsie del dinamico Sebastiano Colucci, dopo gli allori di Andria e la D a San Severo; le geometrie e la sapienza tattica di Michele Pensa, tra i migliori elementi lo scorso anno tra le fila del Corato. L’attacco invece ha riabbracciato Sante Russo, che con la sua sfrontatezza e forte delle esperienze maturate negli ultimi due campionati (24 centri nella Gioventù Calcio Dauna nel 2014/2015), va ad inserirsi al fianco dei vari Dipasquale, Morra, Lasalandra. Se si aggiungono i pilastri della passata stagione, con i vari Vurchio, Colangione, Matera, Schiavone, Grieco fra gli altri ed un buon pacchetto di under, con gli ultimi arrivi Marinaro e Grimaldi, l’Audace parte in pole position anche alla vigilia della Promozione.

Il calendario, per questo primo turno, ha riservato una vecchia conoscenza: quel San Marco che ha tenuto testa per lungo tempo alla corazzata cerignolana in Prima categoria e che, con la vittoria dei playoff lo scorso giugno, si è meritato il ripescaggio nella seconda serie regionale, tornandoci dopo ben 33 anni (terza promozione consecutiva). I garganici, confermato Marcello Iannacone in panca, hanno grossomodo mantenuto l’ossatura precedente; l’obiettivo è rivestire un ruolo di mina vagante, così come accaduto in Prima categoria: in pochi infatti si sarebbero aspettati un exploit come quello dei celestegranata un anno fa. I punti di forza sono De Cesare e Gualano in retroguardia e Coco in avanti, mentre tra i nuovi volti si segnalano gli attaccanti Catalano e Ramunno (quest’ultimo dalla Polisportiva Sammarco) ed i centrocampisti Camillo e De Palma. Il calcio d’inizio è fissato per le ore 15.30, la direzione di gara è stata affidata al sig.Allegretta della sezione di Molfetta: i tagliandi sono in vendita al costo di 6 euro (tribuna) e 4 euro (gradinata).

CONDIVIDI