NEW YORK – Flavia Pennetta ha vinto il titolo degli US Open. Nella storica finale tutta italiana, la brindisina ha battuto la tarantina Roberta Vinci in due set con il punteggio di 7-6 (4) 6-2. Con questo risultato la Pennetta lunedì salirà all’ottavo posto del ranking Wta.  Per la Pennetta è il primo torneo Slam in carriera, il secondo per il tennis azzurro femminile dopo il Roland Garros conquistato da Francesca Schiavone nel 2010.

Poi durante la premiazione il colpo di scena: chiede di poter dire un’ultima cosa e annuncia il ritiro. “Prima di iniziare questo torneo – ha detto la Pennetta – un mese fa, ho preso una decisione molto importante nella via vita. Questo è il modo in cui voglio dire addio al tennis. Sono davvero felice. E quindi questo è stato il mio ultimo match agli Us Open e non riuscivo a pensare ad un modo migliore per finire”. Poi ha spiegato: “Giocherò fino alla fine dell’anno, ma ripeto, ogni atleta sognerebbe di finire in questo modo”. La Vinci ha commentato: “Flavia mi ha lasciato a bocca aperta”, riferendosi al momento in cui  si sono abbracciate sul campo a fine partita, e Pennetta le ha comunicato l’intenzione di chiudere col tennis. “Ma sono contenta se è felice così”, ha aggiunto.

Di fronte al presidente del Consiglio Matteo Renzi e al presidente del Coni Giovanni Malagò, Roberta Vinci non è riuscita a ripetere il miracolo riuscitole in semifinale contro la numero uno del mondo Serena Williams. E’ proprio la Vinci a partire nel modo migliore, tenendo il servizio a zero nel game di apertura, anche la corregionale risponde di par suo concedendo all’avversaria un solo game. Il pronti via è comunque molto tattico, con le due azzurre che conoscendosi alla perfezione trovano in modo di attaccare i rispettivi punti deboli: il rovescio di Vinci e la risposta al servizio la Pennetta. Nel quinto gioco la Pennetta strappa il servizio all’avversaria dopo sedici punti e 6 palle break e il buon momento della brindisina continua anche nel game successivo, in cui lascia l’avversaria a zero. Un paio di errori della Pennetta nell’ottavo game danno però coraggio alla Vinci, la quale realizza il controbreak e nel gioco successivo mette a segno il sorpasso. Si arriva così al tie break, che Flavia Pennetta riesce a vincere sul punteggio di 7 a 4 dopo un’ora esatta di gioco. Sulle ali dell’entusiasmo la Pennetta consolida il suo vantaggio e si porta subito sul 4 a 0, strappando per due volte il servizio all’avversaria.

La Vinci non si arrende mai e infatti riesce con tanta grinta a ridurre lo svantaggio sul 4 a 2, ma poi l’avversaria è bravissima a tenere il servizio, anche con il primo ace della partita, portandosi sul 5 a 2. Si arriva così al game decisivo in cui la Pennetta si porta subito sullo 0-40 e al primo match point lo realizza, vincendo con il punteggio di 7-6, 6-2. Subito dopo l’ultima palla, le due italiane si abbracciano al centro del campo e poi Flavia festeggia con il suo allenatore e il fidanzato Fognini sugli spalti.

Tratto da repubblica.it – 13 settembre 2015