«Una buona notizia per la città di Cerignola». E’ il commento di Rino Pezzano, capogruppo del gruppo consiliare di maggioranza, dopo aver constatato che la giunta regionale ha destinato altri 9 milioni di euro (oltre ai 17 già stanziati in precedenza) a un nuovo capitolo dell’Accordo di Programma Quadro rafforzato “Beni ed Attività Culturali”, in cui rientra anche l’istanza del Comune di Cerignola che ora è al nono posto per la richiesta di finanziamento coerente con la scheda 46 dell’APQ “Restauro e valorizzazione di habitat rupestri ed ipogei”.

Il Comune di Cerignola ha presentato un progetto di completamento del “Recupero e salvaguardia delle Fosse Granarie”. La giunta regionale lo scorso 9 settembre ha deliberato di destinare ulteriori € 9.376.651,33 per il capitolo “Restauro e valorizzazione di habitat rupestri ed ipogei”. La determina del dirigente della Regione Puglia, datata 18 settembre, ha ammesso alla valutazione i progetti di 13 Comuni, tra cui anche quello di Cerignola che, secondo l’ordine cronologico di invio, si attesta al nono posto.

«La nostra richiesta di delucidazioni sul motivo del ritardo della presentazione del progetto per richiedere un finanziamento regionale resta sempre – conclude Pezzano -, ma ora davanti a noi si apre una nuova prospettiva, atteso che l’istanza sia valutata positivamente».