Ritorna la “Fiera del libro, dell’editoria e del giornalismo-Città di Cerignola”, ormai giunta alla sua sesta edizione. L’iniziativa, organizzata dall’associazione di promozione sociale OltreBabele, avrà luogo a Cerignola, presso il laboratorio urbano di ExOpera (piano San Rocco), nei giorni 25, 26 e 27 settembre. La kermesse prevede un programma ricco e articolato, fatto di presentazioni di libri (attesi Caprarica, Scanzi, Chinnici, Sagnet, Raimo e tanti altri), dibattiti, mostre fotografiche, laboratori didattici, esibizioni live. L’intero programma è consultabile sul sito web www.fieralibrocerignola.it, dove sono presenti anche le schede biobibliografiche degli ospiti, e sui canali social. Numerosi anche gli stand di case editrici, librerie, fumetterie e media locali dove tutti i prodotti saranno acquistabili a prezzo ridotto.

Una vera e propria maratona quotidiana (dalla mattina alle 10 fino alle 13 e poi dalle 18 fino alle 24) per cui un’intera città si è mobilitata. L’evento, infatti, patrocinato dall’Assessorato alla cultura del Comune di Cerignola, Regione Puglia, Università degli studi di Foggia, Università degli studi di Bari, Fondazione Banca del Monte di Foggia, Gal-Piana del Tavoliere, è organizzato in collaborazione con: ExOpera, Biblioteca comunale di Cerignola, Club Unesco, Casa Di Vittorio, Age, Libera, parrocchia San Domenico, Resurb-Il salotto Nerd e Lanotiziaweb.it. Durante i giorni della Fiera, inoltre, sarà possibile visitare il Polo Museale Civico, sito al primo piano di ExOpera e aperto dalle 20 alle 23, ed essere accompagnati da guide turistiche autorizzate della Regione Puglia.

«L’invito che mi sento di rivolgere a tutta la città e anche ai Comuni limitrofi – dichiara Rossella Bruno, presidente di OltreBabele – è proprio quello di immergersi, assieme a noi, in questa tre giorni frenetica, dove ad incrociarsi saranno idee, esperienze, racconti, note e immagini, in un’esplosione di colori ed emozioni che sarebbe un peccato perdersi. Passate in Fiera, fatevi un giro e restate con noi. Il programma, anche quest’anno, è di alto livello, coniugando letteratura civile, attualità, cronaca e intrattenimento. Un festival popolare e gratuito, insomma, così come volevamo che fosse la Fiera sin dai suoi esordi. Un ringraziamento particolare va agli instancabili volontari di OltreBabele, alle Scuole di ogni ordine e grado e alle tante associazioni che hanno collaborato all’evento. A dimostrazione, qualora ce ne fosse bisogno, che la Fiera appartiene a tutta la città».