I Carabinieri di Cerignola, durante un servizio volto alla cattura di soggetti colpiti da provvedimenti restrittivi, hanno tratto in arresto CANONICO Michele, cerignolano classe 1992 e CALVIO Pasquale, anch’egli cerignolano, classe 1981, in esecuzione di due ordini di carcerazione emessi rispettivamente dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia e dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Massa.

Il primo provvedimento, riguardante il Canonico, è stato emesso poiché il soggetto deve espiare una pena residua di 8 mesi e 23 giorni di reclusione per una rapina in banca commessa in concorso con un’altra persona il 16 novembre 2011 in Apricena, durante la quale, dopo aver aggredito l’unico dipendente presente nella filiale della Credem, si fece consegnare circa 9.000 euro.

Il secondo, riguardante il Calvio, è stato emesso poiché lo stesso deve espiare una pena residua di 3 anni e 9 giorni di reclusione per una rapina in banca commessa il 9 aprile 2014 ad Aulla (MS) in concorso con altre due persone, durante la quale, armato di taglierino e travisato con una parrucca, asportò circa 5.000 euro da una filiale del Monte dei Paschi di Siena. I due arrestati sono stati entrambi associati alla Casa Circondariale di Foggia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

TRINITAPOLI: DUE PERSONE ARRESTATE PER FURTO AGGRAVATO E RICETTAZIONE

I Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato MASTRANGELO Antonio, cerignolano, classe 1978 e CAMEMA Ilir, albanese, classe 1977, per furto aggravato e ricettazione in concorso poiché venivano sorpresi nell’atto di asportare materiale in rame e ferroso, per un valore di circa 6.000 euro, dal deposito di un’azienda in via San Ferdinando e caricato sopra una vettura, anch’essa provento di furto. Gli arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cerignola hanno tratto in arresto in flagranza di reato HOTEA Cristi Virgil, rumeno classe 1985, per rapina. Il giovane, sulla s.p. 95 Cerignola-Candela, veniva sorpreso dal proprietario di un autoparco mentre stava rubando un furgone. Lo stesso, allo scopo di assicurarsi l’impunità, si dileguava dopo aver percosso la vittima che riportava lievi lesioni. I Carabinieri allertati riuscivano a rintracciare il fuggitivo che veniva sottoposto agli arresti domiciliari.

Ancora i Carabinieri di Cerignola hanno tratto in arresto in flagranza di reato CARLONE Pasquale, di Canosa di Puglia, classe 1993 e QUERQOURI Abdellatif, marocchino classe 1984, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I Carabinieri procedevano al controllo dell’autovettura con a bordo i due e rinvenivano un panetto di hashish di 100 grammi. Entrambi sono stati sottoposti ai domiciliari.