Una esperienza davvero terribile quella vissuta sabato sera da un giovane cerignolano di 24 anni: nei pressi della Diga Capacciotti, in agro ofantino, è stato letteralmente inghiottito dal terreno, sprofondando fino al busto, mentre correva all’aperto col proprio cane. A dare l’allarme ai Carabinieri e agli operatori del 115 è stato il padre del ragazzo che, non vedendolo rientrare a casa, ha subito allertato le forze dell’ordine. Il genitore svolge attività di guardiania presso l’invaso e, quindi, si è subito adoperato per supportare le ricerche dei Vigili del Fuoco.

Dopo una breve perlustrazione della zona dove solitamente il giovane faceva jogging gli agenti hanno rinvenuto il giovane intrappolato dalle sabbie mobili del terreno formatesi per il repentino ritiro dell’acqua dovuto alle anomale alte temperature del periodo. Immediatamente si sono messi in moto i soccorsi per estrarre il ragazzo, perfettamente cosciente, dalla melma e restituirlo sano e salvo alla famiglia.