Non rallenta la corsa dell’Audace Cerignola, che ottiene la quinta vittoria consecutiva in questo avvio di Promozione, travolgendo 5-1 la Fortis Altamura: dopo il vantaggio di misura all’intervallo, gli ofantini dominano nella ripresa e restano a punteggio pieno in vetta alla classifica. Gallo mischia ancora le carte in attacco e, al cospetto della terza della graduatoria, schiera il tridente Morra-Lasalandra-Dipasquale; Russo vince il ballottaggio con Monopoli sull’out destro, confermando per il resto gli altri effettivi. Match subito in discesa per i padroni di casa: al 3′ lungo batti e ribatti in area della Fortis, risolve in girata Russo, con la sfera che bacia il palo interno e si infila in rete. Il Cerignola è disposto come in coppa contro il Canosa (4-4-2) ed i risultati sono ottimi: Lasalandra traccia un fendente teso che crea imbarazzo alla difesa ospite, poco più tardi Dipasquale si impossessa del pallone, avanza e dai 20 metri supera Coretti con un chirurgico rasoterra, anche in questa circostanza con l’aiuto del montante. Ancora Lasalandra conclude sull’esterno della rete una bella azione ed i gialloblu, a dispetto di un campo allentato ma tutto sommato accettabile, fanno divertire con una manovra spumeggiante. Cambi di gioco, tocchi di prima ed incursioni sulle fasce, come nella sgroppata di Russo che indisturbato crossa per Morra, la cui botta al volo è alta. La Fortis però torna in corsa al 29′: dalla bandierina il sinistro di Ardino mette in seria difficoltà Marinaro che riesce a smanacciare sulla linea di porta, il tap in vincente è del difensore Cirrottola. I baresi prendono fiducia e, per una decina di minuti, impensieriscono un Audace che subisce il contraccolpo del gol subito (il primo stagionale): Loiudice chiama alla respinta in corner Marinaro, per l’ultima emozione del primo tempo.

I cerignolani, che già in seguito al 2-1 erano tornati al 3-4-3, rientrano dalla pausa con l’obiettivo di spegnere l’ardore murgiano: così, al 50′, Morra si libera di forza di Tarullo e deposita un millimetrico traversone sulla testa di Dipasquale, che fa tris per il locali. Gli uomini di Gallo tornano a comandare le operazioni e chiudono la gara approfittando dei suoi elementi più scattanti: su una spizzata di un difensore, Russo scappa via e serve Lasalandra sul secondo palo per una comoda inzuccata (61′). Tre minuti più tardi, retroguardia altamurana di nuovo sorpresa in velocità, Morra tutto solo si aggiunge al tabellino marcatori. La Fortis resta in dieci uomini (espulso per doppia ammonizione Castoro), ma non si arrende: Calderoni con un colpo di tacco a seguire si sposta la sfera sul destro e calcia al volo; eccellente la risposta di Marinaro in angolo, applausi per entrambi. Il subentrato Giuseppe Grieco decentrato sulla destra fa partire un tiro cross che danza per un paio di volte sulla parte alta della traversa, per l’ultima occasione degna di nota. Al triplice fischio, grande entusiasmo per i gialloblu, al settimo successo tra campionato e coppa Italia: nel prossimo turno, il calendario prevede la trasferta a Polignano, col Polimnia ancora fermo al palo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUDACE CERIGNOLA-FORTIS ALTAMURA 5-1

Audace Cerignola: Marinaro, Russo, Colucci S., Ciano, Colangione, Matera (72′ Conte), Amoruso D., Schiavone, Dipasquale (65′ Amoruso F.), Lasalandra, Morra (65′ Grieco Giuseppe). A disposizione: Vurchio, Grieco Gabriele, Pensa, Monopoli. Allenatore: Massimo Gallo.

Fortis Altamura: Coretti, Lorusso, Tarullo, Castoro, Cirrottola, Grassani, Cappiello (55′ Marsico), Loiudice (85′ Colonna), Calderoni (75′ Tresca), Ardino, Pellicciari. A disposizione: Goffredo, Proggi, Mele, Difonzo. Allenatore: Piero Moramarco (squalificato).

Reti: 3′ Russo, 14′ Dipasquale, 29′ Cirrottola (FA), 50′ Dipasquale, 61′ Lasalandra, 64′ Morra.

Ammoniti: Russo, Matera, Amoruso D., Lasalandra (AC); Castoro, Cirrottola (FA). Espulso: al 70′ Castoro (FA) per doppia ammonizione.

Angoli: 4-6. Fuorigioco: 9-2. Recuperi: 1′ pt, 3′ st.

Arbitro: Leone (Barletta). Assistenti: Vitobello-Caldarola (Barletta).

CLASSIFICA ALLA QUINTA GIORNATA

Audace Cerignola 15; Reali Siti 13; Monte Sant’Angelo, San Marco 10; Fortis Altamura, Madre Pietra Apricena 8; Ascoli Satriano, Rinascita Rutiglianese, Modugno (ex Nuova Molfetta), Sporting Ordona 7; Virtus Bitritto, Canosa 5; Giovinazzo, Real Noci 4; Polimnia, Quartieri Uniti Bari 0.

CONDIVIDI