Più di una ipoteca sulla qualificazione ai quarti di coppa Italia di Promozione per l’Audace Cerignola: tre gol realizzati nel primo tempo fissano il risultato finale contro l’Ascoli Satriano, nell’andata disputata al “Monterisi”. Massiccio il turnover messo in pratica da mister Gallo: Vurchio è il portiere di coppa, difesa inedita con Borrelli-Conte coppia centrale ed Angelo Colucci con l’under Casieri sulle fasce; reparto mediano con Fiorino a destra, Giuseppe Grieco e Pensa in costruzione e Monopoli a sinistra; Morra e Dipasquale in attacco. Terreno di gioco pesantissimo, a causa delle continue piogge delle ultime ore: l’Audace però non se ne cura e piazza in cinque minuti un uno-due da knockout. Monopoli recupera palla sulla trequarti ospite e duetta con Dipasquale, perfetto rasoterra del tornante ex Foggia ed è 1-0; da applausi l’azione che porta al raddoppio, con i tocchi di prima nell’ordine di Pensa, Grieco e Morra, che libera per un facile appoggio in rete nei pressi dell’area piccola Dipasquale. Altra bella manovra al 18′, con Monopoli a servire Dipasquale, il quale fa sponda per Morra: l’attaccante prima cicca la sfera, poi la ritrova ma il tiro lambisce il palo alla destra del portiere. L’Ascoli Satriano è messo in campo da Landi con un 4-2-3-1 in cui l’ex Caggianelli è la boa in prima linea: l’unico squillo è un colpo di testa di Cuocci, fuori dallo specchio. I padroni di casa triplicano al 38′: discesa di Fiorino sull’out destro, il cross è smanacciato in maniera incerta da Laccetti, proprio sui piedi di Dipasquale, che insacca.

Al rientro dall’intervallo, cambia il tandem offensivo fra gli ofantini, dentro Lasalandra e Flavio Amoruso per Dipasquale e Morra. Calma quasi piatta nella seconda frazione: l’Ascoli Satriano gestisce palla, mentre il Cerignola è più pericoloso, come quando Lasalandra evita Laccetti in uscita, solo che il fondo infido del “Monterisi” lo tradisce, facendo sfumare l’occasione. Gadaleta calcia fuori da ottima posizione su invito di Miccolis, per l’opportunità maggiore della squadra di Landi. Pensa vede respinta una conclusione ravvicinata scaturita da una nuova palla non allontanata perfettamente da Laccetti che, giusto al 90′, non si fa ingannare dal pallonetto di Monopoli in contropiede. Finisce 3-0: i gialloblu accumulano un buon bottino per il ritorno, mentre sono da valutare le condizioni di Conte, che probabilmente ha accusato uno stiramento a metà ripresa. Domenica, ancora davanti al proprio pubblico, l’Audace attende il Canosa, nel terzo derby stagionale fra le due compagini.

AUDACE CERIGNOLA-ASCOLI SATRIANO 3-0

Audace Cerignola: Vurchio, Colucci A., Casieri, Conte (69′ Colucci S.), Borrelli, Pensa, Fiorino, Grieco Giuseppe, Dipasquale (46′ Lasalandra), Monopoli, Morra (46′ Amoruso F.). A disposizione: Marinaro, Amoruso D., Schiavone, Ciano. Allenatore: Massimo Gallo.

Ascoli Satriano: Laccetti, Andreani, Compierchio, Lamatrice, Cuocci, Manasterliu, Dragos (65′ Michielli), Gadaleta (58′ Rizzi), Caggianelli, Albanese (70′ Cristiano), Miccolis. A disposizione: Dalessandro, Filannino, Cardinale. Allenatore: Antonio Landi.

Reti: 4′ Monopoli, 9′ e 38′ Dipasquale.

Ammoniti: Borrelli, Grieco Giuseppe (AC); Lamatrice (AS).

Angoli: 2-5. Fuorigioco: 10-1. Recuperi: 1′ pt, 4′ st.

Arbitro: Palumbo (Bari). Assistenti: Fiore-Maggi (Barletta).

CONDIVIDI