Terzo derby stagionale in un mese fra Audace Cerignola e Canosa: dopo i primi due andati agli ofantini nei sedicesimi di coppa Italia, arriva ora il momento del campionato, nella settima giornata di Promozione. Anche dopo il recente appuntamento infrasettimanale di due giorni fa -ed il tris rifilato all’Ascoli Satriano-, prosegue la marcia spedita dei ragazzi di Massimo Gallo, che in nove incontri totali hanno ottenuto altrettante vittorie. Tra Polimnia ed Ascoli due affermazioni giunte in maniera opposta: domenica scorsa con una grande prova di reazione, carattere e caparbietà in una situazione che sembrava compromessa; giovedì invece col solito dominio ed incontro già chiuso nel primo tempo, malgrado numerosi titolari siano rimasti a riposo. E’ in occasioni come quella di Polignano che si forgia l’essenza di una squadra, la sua risposta alle difficoltà e l’ambizione a primeggiare su tutte: Dipasquale e compagni lo hanno dimostrato, chiarendo che non si ottengono vittorie solo per il blasone o la qualità della rosa, ma lottando e conquistandosi tutto sul campo. Anche contro i prossimi avversari, il tecnico gialloblu dovrà tenere conto di infortuni e squalifiche: Colangione dovrebbe stringere i denti e rientrare nell’undici di partenza, così come Ciano; Borrelli è stato appiedato per due turni dal giudice sportivo dopo il rosso col Polimnia, quindi in caso di casella mancante su una fascia in difesa, l’indiziato principale è Angelo Colucci, peraltro autore di buone prestazioni negli ultimi impegni. Tornerà il solito centrocampo, mentre in avanti è arduo ipotizzare chi si accomoderà in panchina tra i quattro cannonieri.

Bisognerà prestare molta attenzione ad un Canosa in crescita, reduce da due successi consecutivi (ad Ordona e con la Rutiglianese) e con 8 punti in classifica, equamente divisi tra casa e trasferta. E’ statisticamente curioso come l’andamento dei rossoblu sia assolutamente lineare: due pareggi in avvio, due sconfitte successivamente prima di incamerare sei punti. Una compagine in salute quella guidata da Scaringella, che annovera tra le sue fila tre ex gialloblu e diversi elementi cerignolani: il portiere De Blasio, l’esterno Lombardi e l’attaccante Ardito, quest’ultimo a segno nel blitz esterno con l’Ordona; altri giocatori da seguire sono la punta Palmitessa, il centrocampista Lomuscio ed il difensore Cellamaro. Molteplici le sfide registratesi nel derby dell’Ofanto, che rimandano anche ai fasti della serie D ed ormai datati più di venti anni fa: prevista anche una rappresentanza di tifosi ospiti. Calcio d’inizio alle ore 14.30 al “Monterisi” (in virtù del ritorno dell’ora solare): la direzione di gara è stata affidata al sig.Scaraggi, della sezione di Molfetta.

CONDIVIDI