Non fallisce il primo appuntamento davanti al proprio pubblico la Cav Libera Virtus, che prevale 3-1 sull’Assitec 2000 Sant’Elia (25-13; 20-25; 25-22; 25-14 i parziali), ottenendo così il secondo successo in campionato. Così come a Scafati, le ofantine cedono un set ma mostrano solidità e forza d’animo, rimontando una situazione di svantaggio a metà terzo set, diventando poi imprendibili. Coach Drago ripropone il 6+1 della prima giornata: Altomonte regista e Carlozzi fuorimano; Martilotti e Fantinel laterali; Tralli e Piemontese centrali, più Tribuzio libero. Il tecnico laziale Lollo manda in campo: Negroni al palleggio e Fusco opposto; Colacicco e Di Nardi di banda; Wychowanek e Pagliaroli sottorete e Saccoccia in difesa. Le prime fasi sono di studio, così come sottolineato dal punteggio (5-5): le padrone di casa però perdono subito Fantinel, che resta a terra dolorante al ginocchio sinistro ricadendo da muro. La veneta lascia il posto a De Toma (prestazione egregia la sua), mentre Colacicco è l’attaccante più ispirata fra le ospiti; Altomonte inizia ad ispirare le compagne in prima linea, col risultato del primo break Cav (8-5) portato poi sul 12-6 in virtù di diverse fallosità dell’Assitec. Martilotti e Carlozzi spingono sull’acceleratore e Piemontese ottima al servizio (16-8): Lollo prova a mischiare le carte, inserendo prima Milana e poi Genovesi nel fondamentale della battuta, ma la Cav procede spedita, attenta a muro ed efficacissima in fase offensiva; il primo set è acquisito con relativa facilità. Nel seguente periodo, tre punti virtussini in serie, ma le frusinati restano a contatto: precisa ed assai ordinata De Toma, eppure si passa dal 6-2 al sorpasso, perché le cerignolane incappano in molteplici errori. Un mani-fuori di Colacicco, un attacco vincente di Fusco e la fast di Pagliaroli danno il +3 (7-10); nonostante le imprecisioni, Cerignola prova a rientrare, facendo leva su Martilotti (12-14), solo che -seppur limitata la pericolosità di Di Nardi- Sant’Elia sale di morale e di qualità, variando le opzioni d’attacco ed agendo bene a muro e con i colpi riusciti di Fusco, Colacicco e Wychowanek si arriva al secondo timeout tecnico sul 12-16. Drago prova a sfruttare le lunghe leve di Nuovo in posto 3 per restituire smalto al muro, che subisce troppi punti sul blockout (13-20): c’è un nuovo timido tentativo di rientro, vanificato dalle disattenzioni in avvio di frazione, con Fusco a ristabilire la parità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si prosegue nel segno dell’equilibrio, poi le laziali mettono la freccia (6-7) poiché perdurano le difficoltà sottorete delle gialloblu, che sembrano non trovare più le giuste misure, incapaci di contrattaccare come nel primo set. L’ingresso di Kabunda pare giovare al sestetto di Lollo (10-13), però pian piano si alimenta la riscossa della Libera Virtus: Martilotti e Tralli firmano l’aggancio a quota 15, la calabrese riporta il sereno (18-16). E’ l’altra grande protagonista della serata, Valeria Carlozzi, a rompere lo stallo per un più deciso allungo: i potenti diagonali in serie dell’opposto fanno segnare il 24-19 sul tabellone; le locali tuttavia si rilassano, permettendo alle bianconere di tornare sotto (24-22), prime che le stesse avversarie spediscano fuori il pallone del nuovo vantaggio ofantino. Martilotti, Tralli e l’inventiva di Altomonte (delizioso tocco di seconda intenzione) per il 10-4 che apre il quarto parziale: Colacicco si carica l’Assitec in avanti accorciando di tre lunghezze, ma resterà l’ultima fiammata. Dall’altra parte Carlozzi è a tratti devastante, ben accompagnata da Martilotti (16-9): le ciociare sbagliano molto e, chiusa da Tribuzio la saracinesca in seconda linea, assistono all’arrembante progressione della Cav che chiude la contesa. Quota 6 in classifica per le virtussine, le quali hanno avuto ragione di una compagine di buona qualità: il primo scoglio abbastanza impegnativo è stato superato, domenica nuovo match interno contro la Volare Olimpia Benevento.

Ecco il tabellino della Cav Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Altomonte 4, Carlozzi 18, Martilotti 19, Fantinel, Tralli 10, Piemontese 7, De Toma 7, Nuovo 1, Tribuzio (libero).

CLASSIFICA ALLA SECONDA GIORNATA

Costruzioni Papa Altino, Cav Libera Virtus Cerignola 6; Centro Kos Potenza, Pallavolo Minturno 4; Due Principati Baronissi, Assitec 2000 San’Elia 3; Givova Scafati 1; Accademia Benevento, La Mimosa Teatina Chieti, Fiamma Torrese, Severiana Montescaglioso, Volare Olimpia Benevento 0.

CONDIVIDI