E’ arrivata ieri la decisione, deliberata in Giunta, di ricorrere al TAR per l’Autorizzazione Integrata Ambientale concessa alla Soc. Ecolav lo scorso 27 luglio. «Un atto doveroso a significazione, qualora ve ne fosse ancora la necessità – afferma l’assessore all’ambiente Antonio Lionetti -, di quanto l’Amministrazione sia sensibile alle tematiche ambientali e di salvaguardia della salute pubblica. Spero si spengano tutte le inutili e pretestuose polemiche nate all’indomani della Conferenza dei Servizi tenutasi il giorno 1 luglio 2015. Conferenza a cui l’Amministrazione non ha partecipato essendo oggettivamente impossibilitata ad esprimere un parere di merito, atteso che erano trascorsi solo pochi giorni dall’insediamento». Precisa inoltre il delegato all’Ambiente che «in Conferenza di Servizi non ci va il Sindaco né tantomeno l’Assessore al ramo, ma il Dirigente di Settore, in quanto non si esprimono pareri politici ma squisitamente tecnici».

Tuttavia, «si è ritenuto di porre la decisione presa dalla Regione Puglia all’attenzione degli dei giudici del TAR, disposizione che ritengo tuteli maggiormente gli interessi di tutta la comunità cittadina. Le sterili e poco costruttive critiche dell’opposizione non trovano ancora una volta alcun fondamento», anche se si decide comunque di ricorrere, dimostrando che qualche perplessità in seno alla maggioranza vi è.

«In tema ambientale e tutela della salute si sta facendo tanto e i risultati arriveranno» promette Lionetti. «A chi ulula alla luna – conclude Lionetti – dico solo di guardarsi alle spalle e prendere atto che il degrado in cui si trova Cerignola è frutto di scelte errate fatte da chi ci ha governato precedentemente, non sono certamente effetti delle decisioni politiche del Sindaco Franco Metta.