Si chiedeva una reazione all’olimpica dopo la brutta prova fornita in casa contro Altamura e prontamente la squadra giallo blu offre una buona prestazione portando a casa i primi due punti lontano dal paladileo. Diciamo subito che si poteva anche perdere vista l’ottima prestazione del Ruvo con un Taylor a tratti praticamente immarcabile ed autore di una grandiosa prestazione e con il nuovo innesto Funderburke a guardia sotto le plance. Infatti la gara è stata equilibratissima giocata sempre punto a punto ma che, questa volta, ha trovato l’Olimpica lucida nei momenti che contano soprattutto nell’ultimo palpitante minuto di gara dove entrambe le compagini avrebbero potuto capitalizzare l’intera posta in palio.

L’azione dell’Olimpica è stata sempre abbastanza corale con Bacchini terminale offensivo efficace e Spud Walket e Barreiro a farsi trovare pronti sulle ripartenze e sui giochi di attacco. Calda anche la mano di Giovannino Romano che piazza la bomba decisiva a 50 secondi dalla fine facendo esultare i tanti tifosi venuti da Cerignola (veramente tanti se pensiamo che si giocava di mercoledi con la serata di calcio in contemporanea) a riprova dell’amore che la città ha per questa società e questa squadra. Nessuna pausa, nessuna sosta e nessuna distrazione è un campionato duro, continuiamo a ripeterlo e sabato si rigioca in casa contro Brindisi. Il solito appello ai tifosi, è vero purtroppo siamo costretti a giocare di sabato, poco male ci aspettiamo il solito nostro pubblico per cercare di consolidare morale e classifica.

Tecnoswitch Ruvo 75 ECOLAV FERTECH OLIMPICA 78

22-19 17-16 23-23 13-20

Bacchini 19, Walker 15, Barreiro 16, Romano 15, Okon 5, Altamura 6, Vuovolo 2, De Giorgio, Sciusco, Colapietro.

CONDIVIDI