«Di notevole importanza per la città e meritevole di particolare apprezzamento è il documento approvato dalla Giunta comunale, in quanto la pedonalizzazione di alcune aree della città – in particolare dall’angolo di via G. Di Vittorio all’angolo di via XX Settembre – rappresenta uno degli imprescindibili capisaldi delle linee programmatiche di “Cerignola Democratica”». Così Rino Pezzano, consigliere comunale del gruppo di maggioranza, commenta la delibera della Giunta che ha approvato nei giorni scorsi alcune proposte sulla disciplina e la gestione delle zone residenziali, delle zone a traffico limitato e delle aree pedonali. Secondo il consigliere l’atto «è un primo passo di un percorso che conduce alla virtuosità civica e al miglioramento della qualità di vita della città, affinché Cerignola possa raggiungere gli standard di efficienza di altri comuni d’Italia».

La città di Cerignola ha subito negli ultimi anni un’evoluzione di carattere urbanistico, per la quale si è resa necessaria una nuova disciplina delle aree pedonali e delle zone a traffico limitato, oltre all’individuazione delle zone residenziali. La nuova area pedonale abbraccerà Viale Roosevelt, Corso Garibaldi, Piazza Duomo, Corso Roma, via Cesare Battisti, Piazza della Repubblica, Corso Aldo Moro (fino all’angolo di via XX Settembre). Sarà in vigore dalle ore 20 alle 24 nei giorni feriali e dalle 10 alle 14 e dalle 20 alle 24 nei giorni festivi. Questo risultato è figlio della sperimentazione avvenuta nel corso dei mesi estivi con la chiusura sempre più frequente del corso principale e di altre zone del centro storico, accolta in maniera più che positiva dalla cittadinanza ed in particolar modo dalle attività commerciali.

«L’impegno successivo – conclude Pezzano – dovrà necessariamente essere la riqualificazione urbana della zona centrale della città e del centro storico che, secondo i dettami programmatici di Cerignola Democratica, potrebbero diventare dei luoghi “vivi” e attrattivi: veri e propri contenitori culturali all’aperto, nonché fucina di opportunità per le attività commerciali presenti sul territorio».

CONDIVIDI