I Carabinieri di Cerignola hanno tratto in arresto in flagranza di reato DIPASQUALE Nicola, cerignolano classe 1968 e HAMZAH Issah, ghanese classe 1977, per produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Nel caso del primo soggetto i Carabinieri, a seguiti di ripetuti servizi di osservazione, intervenivano presso la sua abitazione, dove rinvenivano due piante di marijuana, 50 semi ed ulteriori 17 grammi della medesima sostanza stupefacente.

Nel caso del secondo soggetto, invece, sempre nel corso di una perquisizione d’iniziativa presso l’abitazione, i Carabinieri rinvenivano 4 panetti di hashish ed altre piccole dosi per complessivi 425 grammi insieme a 450 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento della droga, nonché la somma contante di 5.600 euro.

I militari della Stazione Carabinieri di Cerignola, nel corso di controlli ai soggetti sottoposti ad obblighi, hanno tratto in arresto in flagranza ALBANO Giuseppe, classe 1982, per evasione. Il giovane veniva sorpreso all’esterno della propria abitazione ove si trovava sottoposto al regime degli arresti domiciliari per furto aggravato.

Contestualmente è stato arrestato PETRONELLI Giacomo, cerignolano, classe 1966, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari per furto aggravato di un trattore agricolo e ricettazione di due escavatori ed un camion.

Sempre i Carabinieri di Cerignola hanno tratto in arresto SECCIA Luigi Maicol, cerignolano, classe 1991, per resistenza a pubblico ufficiale. Il soggetto, in via Salnitro, non ottemperava all’alt intimatogli dai Carabinieri di pattuglia, dandosi alla fuga alla guida di un’autovettura con manovre tali da creare una situazione di generale pericolo, ma veniva prontamente raggiunto e fermato dopo un inseguimento per le vie del centro. Il giovane risultava sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per il medesimo reato i Carabinieri hanno arrestato DINCA Doru, rumeno, classe 1961. Il soggetto non si fermava ad un posto di controllo dei Carabinieri e veniva inseguito e fermato sulla SS 16bis. L’uomo risultava sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita, mentre il veicolo era privo di copertura assicurativa.

A Margherita di Savoia i Carabinieri, dopo un servizio volto alla cattura di soggetti colpiti da provvedimenti restrittivi, hanno rintracciato e tratto in arresto RIONDINO Antonio, classe 1964, in esecuzione di un ordine di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, dovendo espiare una pena residua di 5 mesi e 10 giorni di reclusione per un furto commesso il 15 dicembre 2004.

I militari della Stazione Carabinieri di Trinitapoli hanno, infine, arrestato in flagranza di reato LAMANTEA Matteo, classe 1985, per inosservanza degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, cui si trovava sottoposto. I Carabinieri sorprendevano il giovane alla guida di un ciclomotore che gli era stato vietato di condurre al momento della sottoposizione alla citata misura di prevenzione.

CONDIVIDI
  • ROBERTO

    TUTTI AL ROGO!!!!!!

  • Tina

    Come si può scrivere tanta falsità resistenza al publico ufficiale ahahahahah maikol non a la patente ed si e spaventato non si e fermato e sono andati a prendere un poverino che non c’entrava niente e lo volevano finire di rovinare perché a gia a precedenti penali e maikol a preso le sue colpe. Come si può scrivere tanta cattiveria che schifo

  • caiciutt

    Chi è il ciccione ? Non al rogo ma alla brace.

    • free

      Ahhaahahahahahhahahhahaahah