Altri due punti nel carniere olimpica in questo difficile torneo. Non era facile a Lecce anche in considerazione del fatto che la squadra Cerignola si è presentata a Lecce senza i due play anche se Romano ci ha provato ma più di un paio di minuti non ha resistito per la spalla dolorante. Pertanto ci è voluto tutto il cuore dell’Olimpica per avere ragione dei ragazzi leccesi che si sono battuti alla morte per ottenere un risultato positivo. Senza il regista di ruolo, Gesmundo ha chiesto gli straordinari ad un ottimo Altamura che ha risposto presente alla chiamata. Partita equilibrata per i primi tre quarti anche se l’Olimpica ha sempre tenuto il naso avanti ma senza mai riuscire a scappare con Lecce sempre pronto a rientrare con il solito Marra ben coadiuvato da Laudisa. Partita di sostanza di tutti gli uomini in gialloblu con Spud walker che tira giù 18 rimbalzi e con i soliti Barreiro e Bacchini pronti in difesa ed in attacco. Purtroppo si fa male anche Cosimo Degiorgio ma l’ultimo quarto è di marca cerignolana anche grazie agli spunti del giovanissimo Okon, sempre più convincente, che mette a segno 11 preziosissimi punti.

Terza vittoria consecutiva che fa classifica e morale in attesa di un’altra grande sfida sabato prossimo a Cerignola contro il Fasano di Laquintana e Pezzarossa, squadra che è posizionata in classifica dietro l’Olimpica ma che a detta di tutti non merita quella posizione. Sarà una bella partita che vedrà le due compagini affrontarsi a viso aperto, garanzia di un grande spettacolo. Appuntamento sabato al Paladileo alle 18.

IN EVENT OF FIRE LECCE 57 OLIMPICA ECOLAV FERTECH 67

Barreiro 15, Spud Walker 15, Vuovolo 4, Altamura 9, Okon 11, Romano 1, De Giorgio 2, Mansi, Russo, Bacchini 10. ALL: Gesmundo.

CONDIVIDI