Si è svolta sabato 7 novembre, alle ore 19.30, l’inaugurazione della nuova sezione di Forza Italia a Cerignola in Via Solferino 3, davanti a un folto pubblico e alla presenza di alcune delle massime cariche locali e nazionali del partito. Tra volti noti della scena politica locale più o meno recente, fino a giungere al Sindaco di Cerignola Franco Metta, la massiccia presenza di persone ha certamente certificato che la compagine, seppur sonoramente sconfitta alle ultime comunali, ha ancora uno zoccolo duro. Inoltre, tra ammissioni più o meno opportune, è stato proprio Luigi Vitali, coordinatore regionale di FI, a ricordare l’importante appoggio dato a Metta nel ballottaggio, «bevendo il calice amaro della sconfitta, poiché quella era l’unica scelta possibile per chi si propone forza alternativa alla sinistra».

A fare gli onori di casa Gianvito Casarella, Consigliere comunale, il quale ha ricordato quanto sia importante «ripartire con responsabilità; dobbiamo tornare a fare proposte per riorganizzare il centro destra e far nascere la nuova forza Italia, quella 2.0, ritornando finalmente a fare politica com’è nella nostra storia». Gli ha fatto eco Paolo Vitullo, collega nei banchi dell’opposizione, il quale dopo aver ringraziato il sindaco per la presenza, insieme a tutte le altre figure istituzionali, ha ricordato il dictat amministrativo sul territorio cittadino: «non faremo mancare l’appoggio a questa maggioranza quando i provvedimenti saranno in linea con la nostra idea così come abbiamo già fatto negli ultimi tempi. Dobbiamo ripartire da questa sezione per formarci e andare sempre più preparati in consiglio comunale». A completare gli interventi dei consiglieri comunali Natale Curiello, il quale molto brevemente ha posto l’accento sul percorso da intraprendere per il futuro, a cominciare da questo primo importante passo.

C’è spazio anche per i saluti del Primo cittadino, che ha fato seguito ai ringraziamenti di rito con il senso di unaFranco Metta FI inaugurazione oggi di una sezione di partito: «non ho avuto esitazione ad accogliere favorevolmente il vostro invito poiché ritengo che il senso della sezione sia quello del laboratorio di formazione; nel tempo è stato questo e io lo so bene, si sono formate le generazioni che, con più o meno successo, hanno caratterizzato la scena politica locale. Porgo i miei più sinceri auguri, e che questa sezione vi porti fortuna».

Chiusa la parentesi dei saluti, si è passati agli interventi degli ospiti, primo su tutti il coordinatore provinciale Raffaele Di Mauro: «torno qui a Cerignola a distanza di qualche mese e sono davvero soddisfatto per questa inaugurazione. Stiamo finalmente ripartendo in modo importante e il nostro elettorato sta cominciando a sentirsi sempre più parte attiva della politica locale». Soddisfazione condivisa da Giandiego Gatta, Consigliere regionale, che evidenzi gli aspetti di una città come Cerignola: «una città come questa non può non avere un circolo di Forza Italia; questa è la manifestazione tangibile della presenza politica sul territorio». Tema condiviso e ripreso da Luigi Vitali: «quando si inaugura una sede è sempre un momento importante, il punto di riferimento dei cittadini; il coinvolgimento degli elettori è alla base del riordino del nostro partito – ha affermato il coordinatore regionale -. Non potevamo non supportare Metta alle scorse comunali, al ballottaggio, perché siamo alternativi alla sinistra e l’unica offerta formativa non poteva che essere quella che oggi amministra questa città. Ricostruire e rifondare il partito è oggi il nostro obiettivo primario, sempre alternativi alla sinistra; anche le civiche alternative alla sinistra potranno essere parte di questo nostro percorso».

Maurizio GasparriE’ la volta delle conclusioni, affidata all’ospite più atteso della serata, il Senatore Maurizio Gasparri: «ringrazio tutti gli amici di Cerignola per le belle parole e per l’impegno nel riprendere un certo discorso politico su questo territorio. Rinnovamento generazionale e partecipazione sono veicoli fondamentali per la nostra ripresa, per rinnovare la proposta politica nel senso della crescita. Questa città è stata laboratorio del centro destra e deve tornare ad esserlo. Lo stesso Metta proviene da quel laboratorio, poi è riuscito a distillare una sua personalissima formula che lo ha portato a fare il sindaco – afferma sorridendo Gasparri –. Questa città non ha bisogno di lezioni esterne di politica, perciò non sarò io a farne qui, perché sa perfettamente come riprendere il discorso politico in modo assolutamente positivo. Sono qui e mi permetto di ricordare Pinuccio Tatarella, al quale mi lega un sentimento grandissimo, una guida politica per me che ogni volta torna nei miei pensieri quando mi chiedo: “lui cosa avrebbe fatto in questa situazione?”. Ecco, credo si debba ripartire da qui; a Berlusconi dobbiamo dare atto di aver dato modo al centro destra di esistere in senso amministrativo, di scalare posizioni importanti nel panorama nazionale: ora dobbiamo fare un salto in avanti. Voi siete un territorio esempio di tutto questo, con il successo del 1993. Sono convinto che la politica abbia bisogno di sintesi e non di tanti nascenti partiti dello 0,8%; io stesso avrei potuto crearne uno come tanti hanno fatto e continuano a fare, ma non è la soluzione – conclude il Senatore -. C’è richiesta di sintesi e unione per il bene comune».

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

  • gigio

    Ma ritiratevi . dove volete andare ?

  • Pasquale

    Prrrrrrrrrrr

  • porno bar

    Complimenti a paolini…Sempre dietro la notizia

  • gsdsdf@libero.it

    o inafame perche levi i commenti

  • carmine

    appoggiare Metta al ballottaggio è stata una manovra squallida! non vi voterò mai più!

  • CICCIO LONGO

    ALLE ELEZIONI ULTIME SIETE STATI UMILIATI E SCONFITTI, SPARITE E PER SEMPRE!!!!!

  • A LAVORARE

    Ma in che anno ci troviamo? Scusate, forse mi sono distratto un ventennio, ma penso che queste occasioni siano giuste per gridare in coro (cantando):
    A LAVORARE, ANDATE A LAVORARE, A LAVORAARE, ANDATE A LAVORAREE.

  • PaKi

    È’ venuta fuori la verità !!Al ballottaggio Sgarro e’stato accusato dopo un incontro politico ( cena a torre quarto)di preparare un inciucio tra destra e sinistra . La mia idea che mi son fatto con il tempo è che sia stato vittima di una trappola ben orchestrata tra Forzisti Cicognini e Metta.Quelle foto furono usate c screditare Sgarro che era nettamente in vantaggio al ballottaggio .Oggi ammettono di aver appoggiato Metta e passano all’ incasso della cambiale!!!!E questo tutto a nostre spese!!Altro che politici questi meriterebbero la galera dal primo all’ultimo !!!!!

    • La destra non esiste

      Tutti a puntare il dito contro Sgarro, ma degli inciuci Metta-Forza Italia nessuno ne ha parlato.
      Il rusultato si vede: esiste l’opposizione di FI in Consiglio Comunale?
      NO.

      ANDATE VIA!

  • mai votato Forza Italia

    Azzerate tutti i componenti locali e regionali…fateli andare a lavorare…unitevi pure con la lega..ma il popolo non vi crede più,dopo che lo avete preso in giro per vent’anni a fare leggi esclusivamente ad uso del Vs capo!Spero che il Ns Sindaco sia andato mal volentieri a questa inaugurazione….solo per Cortesia istituzionale….

  • Vendicatore

    Esiste ancora una destra? Non me ne sono accorto

  • Cerignolano verace

    Fare sintesi? E in favore di chi?Salvini e la Lega?E i loro slogan prima il Nord cosa intendono?? Ma questi credono che la gente del sud portano l’anello al naso????? Andate a lavorare fannulloni scansafatiche!!!Gasparri se vuoi aiutare il popolo devolvi un po’ dei tuoi ventimila euro al mese a favore di qualche famiglia bisognosa !!!Invece vieni qua a sparare un po ‘ delle tue cavolate raccattare voti da portare al tuo grande capo così sarai nominato dal tuo partito in qualche seggio sicuro di essere eletto!!!!! Farabutti avete trovato il modo di fare la bella vita alle nostre spalle!!!!La gente del sud dovrebbe votare voi per fare gli interessi della lega!!! Ma ci avete presi per dei coglioni????