Si ferma a nove la striscia di vittorie consecutive dell’Audace Cerignola, fermato sul pareggio esterno dall’Ascoli Satriano: un punto che vale come una vittoria per i padroni di casa, che a pochi minuti dal termine riescono a recuperare lo svantaggio. Gallo manda in campo un 3-4-3 che in avanti non vede capitan Dipasquale (forfait dell’ultim’ora): il tridente è Morra-Flavio Amoruso-Monopoli. Davanti a Marinaro il solito trio con Matera, Colangione e Ciano ed in mediana Schiavone è affiancato da Giuseppe Grieco, Russo e Colucci ai lati. Il terreno di gioco è davvero in pessime condizioni, con un manto irregolare che causa rimbalzi imprevedibili al pallone in più parti: gli ospiti sono pericolosi già al 3′, quando Colucci serve Amoruso, la cui volèe finisce di un soffio fuori. Ancora l’esterno mancino centra per Morra, che si gira in piena area ma calcia debolmente su Divincenzo. Il vantaggio ofantino giunge al 17′ grazie a Monopoli, rapidissimo nel tap in di prima sulla corta respinta del portiere di casa sul fendente dalla distanza di Giuseppe Grieco. Cinque minuti più tardi, il sig.Mallardi (non coadiuvato a dovere dal primo assistente) sorvola su un solare penalty su Schiavone, atterrato in maniera chiara da un avversario. Russo di testa manca il bersaglio grosso su punizione di Grieco, per l’ultima annotazione del primo tempo.

Il Cerignola potrebbe raddoppiare dopo una manciata di secondi dall’avvio della ripresa: svarione di Divincenzo e Morra indirizza verso la porta, trovando il provvidenziale salvataggio sulla linea per gli ascolani, ad opera di Cuocci. La formazione di Landi, in un 4-4-2 nel quale Caggianelli si batte grintosamente assistito da Albanese, pian piano esce dal guscio: proprio Albanese su calcio franco colpisce la traversa, dopo la deviazione di Marinaro. Morra rientra sul destro, non trovando lo specchio a giro; successivamente, lo stesso ariete porta via tre difensori ed appoggia ad Amoruso: la conclusione -leggermente deviata- sbatte sul palo alla sinistra del portiere. I gialloblu però, da qualche minuto appaiono come rinunciatari, non puliti in manovra e soggetti a fiammate: i locali alzano ancor più il baricentro inserendo Montingelli e, seppur con tentativi fuori misura, insidiano la difesa cerignolana. La capolista decide di preservare il minimo scarto e Gallo a sei minuti dal termine richiama in panchina Amoruso per Pensa, ma la mossa non è fortunata: azzecca tutto invece il tecnico dell’Ascoli con l’ingresso di Cadaleta. Il neo entrato, dimenticato in mezzo all’area, firma il pareggio capitalizzando l’ottimo spunto di Montingelli sulla sinistra ed il velo di Caggianelli all’87’. L’Audace si riversa all’attacco per l’assedio finale e Pensa al 91′ imbecca Grieco, che al volo manca di poco la gioia personale. Finisce con un giusto pareggio ed un Cerignola che perde l’occasione di allungare ancora più nettamente sul Reali Siti, sconfitto in casa dalla Rinascita Rutiglianese: domenica prossima, al “Monterisi”, le battistrada del campionato si troveranno l’una contro l’altra.

ASCOLI SATRIANO-AUDACE CERIGNOLA 1-1

Ascoli Satriano: Divincenzo, Compierchio, Cormio, Dalviso, Cuocci, Andreani, Cristiano, Lamatrice (65′ Montingelli), Caggianelli, Albanese (84′ Cadaleta), Cardinale (79′ Michielli). A disposizione: Laccetti, Manasterliu, Filannino, Dragos. Allenatore: Antonio Landi.

Audace Cerignola: Marinaro, Russo, Colucci S., Ciano, Colangione, Matera, Grieco Giuseppe, Schiavone, Morra, Monopoli, Amoruso F. (84′ Pensa). A disposizione: Vurchio, Amoruso D., Grimaldi, Borrelli, Colucci A., Conte. Allenatore: Massimo Gallo.

Reti: 17′ Monopoli (AC), 87′ Cadaleta (AS).

Ammoniti: Compierchio, Cristiano, Caggianelli (AS); Russo, Monopoli (AC).

Angoli: 1-7. Fuorigioco: 5-4. Recuperi: 2′ pt, 3′ st.

Arbitro: Mallardi (Bari). Assistenti: Colavito (Bari)-Maggi (Barletta).

CLASSIFICA ALLA DECIMA GIORNATA

Audace Cerignola 28; Reali Siti 19; Rinascita Rutiglianese, Modugno (ex Nuova Molfetta), San Marco 17; Fortis Altamura 16; Monte Sant’Angelo, Real Noci, Canosa, Madre Pietra Apricena 15; Sporting Ordona, Ascoli Satriano 13; Virtus Bitritto 9; Giovinazzo 5; Polimnia 4; Quartieri Uniti Bari 0.

CONDIVIDI