Bella partita al paladileo anche se nel finale la spunta Fasano. Gara bella vibrante piena di colpi di scena. L’Olimpica priva dei due play entrambi infortunati e fuori per lungo tempo, si batte al massimo delle proprie forze ma nel momento cruciale, dopo aver raggiunto la parità (66 pari) ad un paio di minuti dalla fine, regala letteralmente palloni e partita al Fasano che, complice la serata positiva di laquintana e a dire il vero di un po tutti i fasanesi, ne approfitta Prontamente regalandosi la terza vittoria stagionale, la prima del neoallenatore Scarano. E’ la terza partita stagionale che l’Olimpica perde a fine gara, indice di meccanismi ancora da rodare ma con tutte le attenuanti del caso. Non è facile giocare senza un ruolo così importante come quello del playmaker. Probabilmente si sarebbero  persi meno palloni e forse staremmo a parlare di un altra partita ma va bene così i ragazzi hanno giocato col cuore anche se non è bastato. Ora l’Olimpica è attesa ad una serie di partite sulla carta difficili. Infatti Domenica c’è l’insidiosa trasferta di Monopoli e poi un filotto di gare praticamente a pronostico chiuso. Non è escluso che la società torni sul mercato per contrastare il gran numero di infortuni che sta colpendo l’Olimpica nell’attesa domani si torna in palestra a lavorare come sempre con voglia e serenità.

Olimpica Fertech Ecolav 69 Fasano 81
Olimpica: Bacchini 12, Okon 4, Truvillon 25, Barreiro 15, Vuovolo, Mansi, Altamura 9, Russo, De Giorgio 5.

CONDIVIDI