C’è voluto un supplementare per avere ragione di una giovane e combattiva Monopoli. Gara dura a volte spigolosa ma sempre corretta. L’Olimpica si presentava a Monopoli orfana del suo play titolare e con Colapietro in panchina ma non ancora pronto. Per cui la regia è condivisa tra Altamura e Bacchini. Impatto della gara difficile in un amen Monopoli è 10 a 0. Manchisi e Damasco bruciano la retina subito due triple e due transizioni velocissime e immediato time out di Gesmundo che si limita a guardare in faccia i ragazzi che sembrano rimasti nello spogliatoio. Ci pensa Barreiro con cinque punti di fila a riavvicinare l’Olimpica ma si capisce subito che la serata non sarà delle più semplici. Primo quarto chiuso con Monopoli avanti di 5. Nel secondo quarto bella reazione della squadra ospite con Spud walker e Milo Bacchini protagonisti, di quest’ultimo ben 9 punti consecutivi e con la bomba di Altamura a fine quarto i gialloblu finiscono a più 4 all’intervallo. Nel terzo quarto tanto agonismo, tanta tensione si segna poco molti i contatti al limite ed una accenno di rissa in campo prontamente sedata dagli stessi protagonisti che immediatamente si abbracciano (gran bel gesto di entrambi) evitando agli arbitri (buon arbitraggio) un lavoro supplementare. Il terzo quarto finisce 47 a 46 per Monopoli e gara tutta da giocare. Calabretto ed il giovane Calisi (saranno i suoi i liberi che porteranno le due squadre al supplementare) tengono il Monopoli in rotta, mentre per gli ospiti Degiorgio fa la voce grossa segnando e difendendo forte. A 20 secondi dalla fine Spud mette il canestro del più due (monumentale sotto le plance con 24 rimbalzi buttati giù) ma un fallo a tre secondi dalla fine consente a Monopoli i due tiri del pareggio. Con tre secondi da giocare, Gesmundo imbastisce una buona azione di attacco ma il ferro sputa il tiro di Barreiro.

Si va al supplementare con le due squadre letteralmente spremute e sulle ginocchia. Inizia bene Monopoli che immediatamente insacca una tripla taglia gambe ma all’improvviso si materializza Vincent Okon fino a quel momento abulico e fuori partita. Inventa tre azioni consecutive (una tripla e due penetrazioni) che portano sette punti all’Olimpica e partita in ghiaccio con firma finale di Barreiro e Bacchini. Ancora una volta la dimostrazione che non ci sono partite semplici e senza l’apporto di tutti non si vince. Grande prova di squadra e di carattere davanti ai soliti chiassosi tifosi che hanno seguito la squadra a Monopoli. La classifica dice 12 punti ma ora bisognerà confrontarsi con le squadre più forti del torneo salvo Nardò già incontrata. Domenica prossima ci sarà il derby cittadino (sarà una giornata pro olimpica e si pagherà l’ingresso) con le due squadra appaiate a 12 punti in classifica. Sarà sicuramente la solita bella partita. In settimana daremo i dettagli organizzativi sulla nostra pagina ufficiale facebook. Intanto sono partiti i campionati giovanili con la bella vittoria dell’under 14 contro i pari età dell’Udas per 72 a 34 guidati da Giandonato Petruzzelli di recente nominato assistente del progetto azzurri anno 2002. A breve partira anche il campionato dell’under 13 e dell’under 16 e tre progetti con le strutture scolastiche locali per avvicinare i bambini a questo meraviglioso sport. Insomma Olimpica a tutto tondo!

MONOPOLI 65 FERTECH ECOLAV OLIMPICA 75

Barreiro 11, Bacchini 15, Truvillon 24, De Giorgio 11, Altamura 5, Vuovolo 2, Okon 7, Mansi, Colapietro, Russo.

CONDIVIDI