Non è pura retorica, né sarebbe una novità scomodare ancora una volta il grandissimo Eddy Merckx ed il suo celeberrimo soprannome, eppure l’Audace Cerignola ha eccome l’istinto del cannibale: bella, pratica ed irrestistibile e sempre, assiduamente, imprescindibilmente affamata di vittorie. Il 6-0 alla Rinascita Rutiglianese vale la dodicesima vittoria in campionato, +14 sulla immediata inseguitrice ed il raggiungimento della strepitosa quota 37 punti in classifica. Numeri monstre che avvalorano la schiacciante superiorità degli ofantini. Nella sfida odierna, prima presenza da titolare per Vurchio fra i pali, Daniele Amoruso è la seconda novità rispetto a Monte Sant’Angelo, con Gallo che conferma nove undicesimi, vista l’indisponibilità di Lasalandra. Bastano poco meno di due minuti per sbloccare il risultato: il lancio di Schiavone provoca una generale dormita della difesa ospite, si inserisce Morra che conclude debolmente, ma il tap in vincente è di Flavio Amoruso. Al 5′ un bel cross di Daniele Amoruso è incornato da Russo, con Girolamo che si salva d’istinto con l’aiuto della traversa. A metà del primo tempo fase positiva per la Rutiglianese, che col suo 4-2-3-1 pressa a tutto campo raddoppiando spesso sui padroni di casa in possesso palla, eppure ci sarà soltanto ordinaria amministrazione per Vurchio. Da un rinvio impreciso di Girolamo, Giuseppe Grieco soffia la sfera a Colella, fino a giungere in area di rigore: il numero undici barese ricorre alle maniere forti ed il sig.Carrer di Barletta indica il dischetto: la trasformazione è ad opera di Morra, grazie ad un tiro potente ed angolato. Flavio Amoruso e Colucci -sinistro di poco alto- impensieriscono ancora la retroguardia della formazione di Valentini, poi fortuito scontro tra Ciano e Colangione, con quest’ultimo fermo a bordo campo per qualche minuto, fortunatamente senza conseguenze. L’Audace realizza il 3-0 al 44′: Flavio Amoruso finalizza una grande azione di Morra, calciando tra le gambe di Girolamo; nel primo minuto di recupero, splendido assolo del numero 11 gialloblu ed imbeccata perfetta per il colpo di testa di Giuseppe Grieco per il poker.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Al rientro dall’intervallo, la Rutiglianese effettua già i tre cambi a disposizione, mentre Gallo inserisce Monopoli e Fiorino, con il Cerignola in campo con ben cinque under. A cavallo delle due sostituzioni, Russo fa tutto bene sull’out destro e centra per la puntuale spaccata di Flavio Amoruso, alla tripletta personale ed al nono centro in Promozione (52′). Monopoli ha una gran voglia di mettersi in luce, ed un sandwich dei difensori granata causa il secondo penalty di giornata: Morra come in precedenza non fallisce (62′). Nel resto dell’incontro, Russo cerca con generosità la via della rete, mancando il bersaglio grosso in un paio di circostanze; in chiusura, il subentrato Gabriele Grieco costringe in angolo Girolamo per l’ultima occasione del match. E’ un Audace che corre e stacca ulteriormente le avversarie e, di questo passo, il rettilineo del traguardo sarà intravisto con larghissimo anticipo: col titolo di campione d’inverno in tasca da una settimana, domenica prossima c’è la trasferta di Bitritto per continuare la fuga inarrestabile. In conclusione, nota di merito per gli Ultras 1984, i quali in collaborazione con alcune associazioni locali, hanno portato allo stadio numerose persone diversamente abili, donando loro sciarpe, bandiere e cappellini con i colori sociali.

AUDACE CERIGNOLA-RINASCITA RUTIGLIANESE 6-0

Audace Cerignola: Vurchio, Grimaldi, Colucci S. (54′ Fiorino), Ciano, Colangione, Amoruso D., Russo, Schiavone, Morra, Grieco Giuseppe (49′ Monopoli), Amoruso F. (65′ Grieco Gabriele). A disposizione: Marinaro, Colucci A., Pensa, Conte. Allenatore: Massimo Gallo.

Rinascita Rutiglianese: Girolamo, Gentile, Ferro G., D’Addiego, Piarulli (46′ Lorusso), Settanni, Ferro V. (46′ Rubino), Catalano, Pinto, Cesario (46′ Haka), Colella. A disposizione: Radogna, Rossini, Ferro M., Difronzo. Allenatore: Michele Valentini.

Reti: 2′ Amoruso F., 26′ Morra (rig), 44′ Amoruso F., 46′ pt Grieco Giuseppe, 52′ Amoruso F., 62′ Morra (rig).

Ammoniti: Amoruso D., Russo, Amoruso F. (AC); Gentile, Settanni, Colella (RR).

Angoli: 4-2. Fuorigioco: 2-4. Recuperi: 4′ pt, 3′ st.

Arbitro: Carrer (Barletta). Assistenti: Fiore-Pavone (Barletta).

CLASSIFICA ALLA TREDICESIMA GIORNATA

Audace Cerignola 37; Modugno (ex Nuova Molfetta) 23; Reali Siti 22; San Marco 21; Real Noci, Fortis Altamura, Sporting Ordona 20; Canosa 19; Rinascita Rutiglianese 18; Madre Pietra Apricena, Ascoli Satriano 17; Monte Sant’Angelo, Virtus Bitritto 15; Giovinazzo 12; Polimnia 8; Quartieri Uniti Bari 0.

CONDIVIDI