Intensificato il servizio di controllo del territorio da parte del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola, agli ordini del Vice Questore Aggiunto dott.ssa Loreta Colasuonno, in occasione delle festività natalizie. Lo scorso 02 dicembre, intorno alle 3 di notte, operatori di una Volante della Polizia di Stato, nel transitare in Via Giordano Bruno, notavano la serranda di un’attività commerciale aperta; dopo alcuni istanti vedevano uscire dall’interno dello stabile un ragazzo con alcune scatole in mano. L’uomo, alla vista della pattuglia, lasciava cadere le scatole in terra e si dava a precipitosa fuga, venendo però inseguito e raggiunto dai poliziotti, i quali, nonostante la resistenza opposta dall’individuo, riuscivano ad ammanettarlo e ad assicurarlo all’interno dell’auto di servizio. Il giovane, identificato per BACCO Riccardo, aveva tentato di effettuare un furto all’interno di una ferramenta, una volta aver forzato la serranda con un piede di porco rinvenuto sul posto, ed aver asportato al suo interno due trapani ed una smerigliatrice, che successivamente venivano riconsegnati al proprietario. Il BACCO, nell’occasione, veniva denunciato anche per inosservanza all’obbligo di dimora impostogli dall’autorità Giudiziaria nelle ore notturne, in quanto, nonostante la giovane età, gravato da numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio, in particolare per Rapina in danno di esercizi commerciali. Su disposizione dell’autorità competente BACCO Riccardo veniva accompagnato presso la casa Circondariale di Foggia, dove vi rimaneva a disposizione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In data 07 dicembre, intorno alle ore 14:00, una volante della Polizia di Stato, “intercettava”, in via Rapolla a Cerignola, una Smart che spingeva una Fiat Panda appena rubata a personale dell’azienda 2R Gas. L’uomo a bordo della Smart, immediatamente riconosciuto, si dava a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce. I poliziotti riuscivano a bloccare l’individuo a bordo della Fiat Panda, pur avendo tentato quest’ultimo di darsi alla fuga a piedi. L’uomo veniva identificato per PISCHETOLA Salvatore, di anni 35, accompagnato presso gli uffici del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola e dichiarato in stato d’arresto. Dopo le formalità di rito, il PISCHETOLA, veniva accompagnato presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari. Per quanto concerne il “fuggitivo” a bordo della Smart, lo stesso, identificato per R.M. di anni 30, veniva denunciato a piede libero per il reato di furto aggravato, in quanto si presentava spontaneamente presso gli uffici del Commissariato.

 

CONDIVIDI