Durante i lavori del XVII Convegno di Studio Vita regularis sine regula in Italia tra istituzioni ecclesiastiche e società civile. Verso un primo censimento, tenutosi il 9 e il 10 dicembre 2015 a Roma nella sede della Congregazione delle Suore Oblate del Bambino Gesù, l’Associazione Italiana dei Professori di Storia della Chiesa (AIPSC) ha rinnovato il Consiglio di Presidenza. Al termine delle operazioni di scrutinio, tra gli eletti è stato riconfermato il prof. Angelo Giuseppe Dibisceglia di Cerignola (Fg), già membro del suddetto Consiglio durante il trascorso triennio 2012-2015.

Il nuovo Consiglio di Presidenza, per il triennio 2016-2018, risulta così composto: p. Filippo prof. Lovison B. (presidente), mons. Luigi prof. de Palma (vice presidente), sac. Roberto prof. Regoli (segretario), p. Alfonso prof. Amarante C.Ss.R (tesoriere), mons. Gaetano prof. Zito (consigliere), prof. Angelo Giuseppe Dibisceglia (consigliere), p. Massimo Mancini OP (consigliere).

Angelo Giuseppe Dibisceglia (Cerignola, 1968) è docente di Storia della Chiesa nella Facoltà Teologica Pugliese – Istituto Teologico “Santa Fara” (Bari), nell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Giovanni Paolo II” (Foggia) e nell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “San Nicola il Pellegrino” (Trani). Responsabile dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano e referente del quotidiano cattolico Avvenire, è membro del comitato di redazione di Chiesa e Storia. Rivista dell’Associazione Italiana dei Professori di Storia della Chiesa, e del comitato scientifico della Collana Oi christianoi. Nuovi Studi sul cristianesimo nella storia della Casa Editrice Il Pozzo di Giacobbe (Trapani). Ha pubblicato saggi in miscellanee e in atti di convegni, articoli su riviste specializzate, nonché i volumi La stampa politica ed ecclesiastica in Capitanata. Dall’età di Giolitti all’avvento della Repubblica 1890-1948 (Foggia, Claudio Grenzi Editore, 2007); Chiesa e Democrazia Cristiana nella modernizzazione del Mezzogiorno 1948-1954 (Foggia, Edizioni Universitas, 2010); con N. Galantino, La Chiesa Madre di Cerignola. Storia e documenti nella vita e per la vita di una comunità credente (Foggia, Claudio Grenzi Editore, 2011); Antonio Palladino (1881-1926). Un prete «fuori sacrestia» in una diocesi del Mezzogiorno (Trapani, Il Pozzo di Giacobbe, 2013). È autore delle voci delle Chiese di Capitanata inserite nel dizionario Le diocesi d’Italia (Cinisello Balsamo, Edizioni San Paolo, 2008).

L’Associazione Italiana dei Professori di Storia della Chiesa è un organismo costituito nel 1967 a La Mendola, presso il Centro di cultura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, per favorire il coordinamento e l’aggiornamento dei docenti di Storia della Chiesa dei seminari italiani. L’iniziativa fu promossa da mons. Michele Maccarrone della Pontificia Università Lateranense, presidente pro tempore del Pontificio Comitato di Scienze Storiche, da p. Vincenzo Monachino SJ, decano della Facoltà di Storia Ecclesiastica della Pontificia Università Gregoriana, e da mons. Pietro Zerbi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore; nacque nell’ambito dei convegni di studio organizzati dall’Istituto di storia medievale della Cattolica. Nel 1970, in occasione di un secondo convegno a La Mendola, l’assemblea dei soci decise di assumere in proprio l’organizzazione dei convegni, da svolgere periodicamente in varie località d’Italia. I primi convegni, dal 1967 al 1985, sono stati dedicati ad approfondimenti sui vari periodi della storia della Chiesa, mentre quelli successivi si sono incentrati su alcune specifiche e interessanti questioni storiografiche.

I convegni dell’Associazione sono stati celebrati in varie parti d’Italia. I primi due a La Mendola (1967 e 1970), e poi regolarmente ogni tre anni: a Viterbo (1973), Napoli (1976), Bologna (1979), Pescara (1982), Brescia (1985), Terni (1988), Grado (1991), Napoli (1994), Roma (1997), Palermo (2000), Aosta (2003), Roma (2006, 2009, 2012 e 2015). Dal 2001, oltre ai convegni triennali, l’Associazione organizza annualmente un Forum di carattere didattico-metodologico a Roma.