Una vittoria sofferta ed una sconfitta beffarda: questi i destini delle formazioni ofantine di basket, nel 16mo e penultimo turno di andata in serie C Silver. L’Allianz Udas continua nella sua corsa vincente: i biancazzurri di Luigi Marinelli riescono con qualche fatica in più a battere la Tecnoswitch Ruvo, con il punteggio di 80-89. Partita molto equilibrata, in cui le due squadre non si risparmiano nei primi due quarti: bene la coppia Malat-Voss, unitamente a Marchetti ed all’ex di turno Guglielmo Serazzi, applaudito dai suoi ex tifosi prima dell’inizio della gara; il duo ruvese Taylor-Stanojevic dà molto filo da torcere agli ospiti, tant’è che all’intervallo lungo si va negli spogliatoi sul 40-40. Terzo quarto nel quale gli udassini, nonostante l’assenza di Voss per carico di falli, reggono più che bene l’urto murgiano, con Malat che si fa sempre trovare pronto all’appuntamento con la retina: alla penultima sirena vantaggio di +6 (58-64). Ultimi 10′ da adrenalina pura: Ruvo pareggia a pochi minuti dalla fine, ma la difesa dei “cannibali” fa sentire il suo peso e l’Allianz chiude la sfida con nove punti di margine. Adesso preparazione per l’ultimo turno di andata e del 2015, in casa contro l’Invicta Brindisi, vittoriosa 77-63 contro Monopoli.

Beffa amarissima per l’Olimpica Basket: i gialloblu allenati da Giovanni Gesmundo perdono di un punto (68-69), contro un’Adria Bari che trova il successo con una tripla di Delli Carri a fil di sirena, a sancire la fine di un match che i padroni di casa hanno giocato malissimo. Troppi gli errori in fase di attacco e la difesa non è sembrata impeccabile: fra i migliori Walker, Altamura e Bacchini; di contro la formazione barese di Loizzo ha un gioco fluido che le consente nei momenti di maggior pressione di restare in scia, con Delli Carri, Faria e Loprieno. Un incontro sempre punto a punto, ma nell’ultimo quarto si vede una Olimpica arcigna e tutto cuore: i tifosi la incoraggiano con costanza e non mancano decisioni arbitrali che fanno discutere da entrambe le parti. A 7 secondi dalla fine, Bacchini mette a segno uno solo dei due tiri dalla lunetta, l’Adria parte in contropiede e Delli Carri mette a segno il tiro pesante che sancisce la vittoria ospite, in un Pala “Dileo” che d’improvviso si ammutolisce incredulo per l’ennesima beffa, che lascia molto più di una recriminazione. Nella sfida infrasettimanale di mercoledì contro Ostuni, c’è comunque la speranza di dare uno stop ai risultati negativi, visto che l’Olimpica se la gioca ampiamente con gli avversari, senza però essere assistita dalla buona sorte.

CLASSIFICA ALLA SEDICESIMA GIORNATA

Nuova Pallacanestro Nardò, Susnhine Bk Vieste 28; Diamond Foggia 26; Webbin Angel Manfredonia, Allianz Udas Cerignola 22; Libertas Altamura 20; JuveTrani 16; Adria Bari, Valentino Castellaneta 14; Bk Fasano, Cestistica Ostuni, Olimpica Bk Cerignola 12; Virtus Ruvo di Puglia 10; Action Now! Monopoli 8; New Basket Lecce 6; Invicta Brindisi 4; Francavilla 2.

CONDIVIDI