A chi pensa che l’inverno non sia la stagione giusta per organizzare eventi all’aperto una secca smentita: nonostante il freddo e l’umidità, la Notte Bianca 2015 a Cerignola ha tenuto in strada per ore centinaia di persone, attratte dagli eventi disposti in successione dal Castello alla Mezza Luna lungo tutto il corso cittadino. Un momento per stare insieme, per passare un sabato diverso e probabilmente per vivere la propria città “a piedi”.

“APPLAUSI” AL CASTELLO – Sulle note della storica band italiana “i Camaleonti” arrivano i primi “applausi”, per parafrasare uno dei successi del gruppo. In tanti si lasciano riscaldare da “Eternità”, “Io per lei” e “L’ora dell’amore”. A metà concerto l’intervento sul palco del Sindaco Metta che, riferendosi alla Notte Bianca, parla di «iniziativa a costo zero» per la quale bisogna ringraziare «il management, nella persona di Antonio Detoma che ha organizzato con il supporto dell’amministrazione l’evento».

LUNGO IL CORSO – Musica e attrazioni, una sfilata per attrarre i bambini e il punto food in zona convento che ha tenuto insieme diversi ristoratori della città. Tra un “cuculo fritto” e un dolcetto, tra vetrine e musica, dal Castello il percorso, scandito anche temporalmente dagli eventi, ha condotto fino al parco della Mezza Luna. Dalla dance dei Carisma 80 ai Murgensis in prima serata, dopo le 23,00 tocca alla Tribute di Michael Jackson, l’evento più a ridosso del clou Clementino, animare la serata.

CLEMENTINO SHOW – Tengono calda la piazza i Dj Gianfranco Daprile e Beppe Martire prima che la serata decolli con il rapper partenopeo Clementino. Disagio e impegno nelle parole di un artista che non dimentica quell’agosto 2014 in cui persero la vita dei giovani ragazzi cerignolani, ai quali dedica un brano. C’è tanta gente, la piazza risponde, l’artista aumenta il ritmo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cerignola va a dormire alle 4,00 del mattino. Nell’aria c’è ancora l’eco dei suoni e il frastuono della gente, che si incontra per strada, sfidando il freddo. «Corre l’obbligo – commenta Antonio Detoma – di fare innanzitutto dei ringraziamenti: a tutta la città di Cerignola e al pubblico arrivato da fuori, alle Forze dell’Ordine, ai Vigili Urbani e alle associazioni di volontariato. A tutte le attività che hanno aderito alla Notte Bianca di Cerignola 2015, ai Partner e agli Sponsor. Al sindaco Franco Metta e all’assessore Pia Zamparese. Allo staff e ai miei collaboratori. L’emozione di vedere in piazza Castello gente adulta riportarla nel passato e qualche lacrimuccia non ha eguali. Così come ammirare il corso pieno di gente e famiglie che passeggiano. Sicuramente l’evento sarà ricordato da tutti come una bella iniziativa. Questo basta come ricompensa per tutto il lavoro svolto».

  • Michele Quarticelli

    Fregarsene di SOS Cerignola , va di moda Gennari’…..