Battuta d’arresto per l’Iposea Udas Volley. La squadra cerignolana viene sconfitta dalla capolista Gis Pallavolo Ottaviano per tre set a zero (25-17/25-23/25-19) e interrompe così la striscia di otto successi consecutivi. Per la compagine ofantina si tratta della seconda sconfitta stagionale, la prima in trasferta. I mister Leo Castellaneta e Roberto Ferraro si affidano alla formazione già collaudata. Leone in regia, Toma opposto, Mancini e Mitidieri al centro, Durante e Garofalo laterali e il libero Bisci. Il mister dei campani, Gennaro Libraro, risponde con la diagonale formata dal palleggiatore Libraro e l’opposto Mastropasqua, i centrali Bianco e Saccone (uscito per infortunio nel corso della gara), gli schiacciatori Canzanella e Montò e il libero Vacchiano. La gara è subito vibrante e divertente. In campo il livello di qualità è molto elevato: si sfidano le prime due del girone G di serie B2. Ottaviano parte con il piede sull’acceleratore e mette in difficoltà l’Iposea Udas, soprattutto in ricezione. I biancoazzurri faticano in alcuni frangenti a trovare il cambio palla e, dopo un inizio equilibrato, perdono la scia della squadra campana. Sul 20-13 per i padroni di casa, i mister cerignolani decidono di cambiare la diagonale: entrano Del Vescovo e Petruzzelli. Il gap, però, sembra ormai irrecuperabile e il primo set termina 25 a 17 per Ottaviano.

Nella seconda frazione, l’Iposea Udas riparte con il sestetto iniziale e con un atteggiamento diverso in campo. I biancoazzurri sono meno fallosi e più determinati. La posta in palio è importante e gli udassini tentano di rientrare subito nel match. Il set vive di continui capovolgimenti di fronte, di scambi spettacolari, regna l’equilibrio. Un muro di Durante porta i cerignolani sul 22-23, ma il vantaggio acquisito viene vanificato da un paio di errori e i padroni di casa riescono ad aggiudicarsi anche il secondo set (25-23). Cambio di regia all’inizio del terzo periodo: Del Vescovo sostituisce Leone. Sulla scorta di quanto accaduto nella frazione precedente, anche il terzo set viene giocato punto a punto. Gli allenatori cerignolani provano a mischiare le carte: entra in campo anche Civita per Garofalo (influenzato). La partita si fa più tesa e nervosa, tanto che l’arbitro è costretto ad estrarre il cartellino rosso ai danni dei padroni di casa. Da un lato, l’Iposea Udas è intenzionata a riaprire la gara, mentre Ottaviano vuole aggiudicarsi il parziale decisivo. Il match si decide nelle battute conclusive, durante le quali prevale la voglia di vittoria della capolista che conquista anche il terzo set (25-19).

«Abbiamo incontrato una squadra molto esperta – afferma Bisci a fine gara -. Infatti nei momenti decisivi si è notata la differenza. A noi è mancato un pizzico di coraggio in più, anche se tutto sommato abbiamo disputato un buon match. Il rammarico- prosegue il libero cerignolano – è non aver portato a casa il secondo set e aver regalato una gioia ai nostri calorosi tifosi». Ora si volta pagina e la testa è già rivolta al prossimo match casalingo con l’Asem Bari. «Dobbiamo cercare di ritornare subito sulla nostra striscia di risultati positivi – dichiara Leo Castellaneta – e dobbiamo andare avanti con la massima tranquillità, sapendo che questo incidente di percorso ci poteva stare». La gara valida per la dodicesima giornata di andata del girone G del campionato nazionale di serie B2 maschile è in programma al Palazzetto dello Sport “Nando Di Leo” domenica prossima 17 gennaio alle ore 18.

CONDIVIDI