Era il 21 settembre scorso, molti lo ricorderanno, quando lanotiziaweb.it sollevò il caso della retribuzione al Capo di Gabinetto dell’allora neo Sindaco Franco Metta. La nomina avvenne attraverso diretta emanazione del Primo cittadino e, in considerazione del «carattere altamente fiduciario dell’incarico», si ritenne necessario assumere un soggetto esterno all’Ente comunale. Quindi, le cifre riportate ammontavano a € 2.095,29 lordi mensili, «più tredicesima mensilità e assegni familiari se ed in quanto dovuti», per «l’intera durata del mandato del Sindaco»; inoltre, vennero anche remunerati, in aggiunta alla quota mensile, dei compensi straordinari «per la produttività collettiva e per la qualità della prestazione individuale», già fissati in anticipo e stabiliti in € 12.620,00 «dalla data dell’incarico fino al 31 dicembre 2015», in unica soluzione.

Oggi, quasi in sordina, il Capo di Gabinetto Salvatore Amato, vede rinnovata la propria prestazione, in modo pressoché definitivo, fino a scadenza del mandato amministrativo di Metta. Il Sindaco, infatti, con apposita delibera numero 373 del 30 dicembre 2015, attribuisce «indirizzo ai dirigenti preposti affinché siano adottati i provvedimenti dovuti: rinnovo del contratto individuale di lavoro al dr. Salvatore Amato nei termini previsti dal vigente regolamento degli uffici e dei servizi e con la retribuzione parametrata a quella dirigenziale – si legge al punto 2 del deliberato –, dando atto che il contratto rinnovato sarà risolto di diritto alla scadenza del mandato amministrativo, o anticipatamente, così come previsto per legge, nell’ipotesi in cui il Comune dichiari il dissesto, versi in situazioni strutturalmente deficitarie o, comunque, nell’ipotesi di anticipata cessazione del mandato del Sindaco, dovuta a qualsiasi causa, senza necessità di comunicazioni tra le parti». E’ bene precisare, però, che è nelle facoltà del Sindaco nominare un proprio uomo di fiducia quale Capo di Gabinetto.

Discorso differente per il comandante di Polizia Municipale Francesco Delvino, anch’esso in scadenza a fine 2015, che si è visto nella stessa data, il 30 dicembre, rinnovare il proprio contratto, con decorrenza dall’1 gennaio 2016 al 15 luglio dello stesso anno, per una cifra lorda annua di € 106.435,79. Infatti, nella delibera numero 374 si legge: «per tutto quanto in premessa riportato […] di utilizzare in posizione di comando temporaneo il sig. Delvino dr. Francesco […] dipendente di ruolo del Comune di Caserta, con qualifica dirigenziale, dal 01.01.2016 al 15.07.2016 – nel primo accapo, mentre di seguito si fa riferimento agli aspetti retributivi dello stesso –; di dare atto che il compenso annuo lordo per il comando del dirigente sig. Delvino Francesco è pari ad € 106.435,79 compreso oneri riflessi e irap». Nulla questio circa le competenze e la validità del professionista; discorso differente se la questione l’analizziamo da un punto di vista politico, di opportunità amministrativa, stando alle cifre riportate, alla luce della situazione non proprio rosea delle casse comunali.

E’ bene ricordare, infine, che nello scorso governo, l’allora Sindaco Antonio Giannatempo, in pieno accordo con la Giunta, bloccò i compensi per i primi sei mesi di mandato, per alleggerire il bilancio comunale e dare un segno forte ai cittadini. Metta, diversamente, pur avendo mutuato dalla precedente amministrazione qualche modus operandi, e cosciente delle difficoltà di cassa per il comune, non ha ritenuto opportuno emulare il gesto.

  • Riluttante

    VERGOGNA vergogna vergogna vergogna. Che persona falsa che si è dimostrato questo pseudo sindaco. Costo zero?????

  • il cambiamento

    MA QUANDO TI GUARDI ALLO SPECCHIO NON PROVI VERGOGNA, LO STIPENDIO DEI DIRIGENTI E’ GIUSTIFICATO DALLA RESPONSABILITA’ CHE HANNO, TU CHE TIPO DI RESPONSABILITA’ HAI????? RISCHI QUALCOSA PENALMENTE O CIVILMENTE??? LO SAI QUANDO GUADAGNA UN POLIZIOTTO CHE RISCHIA LA SUA VITA PER SALVARE ANCHE LA TUA??? ECCO COSA AVETE FATTO CARI CICOGNINI, PENSAVATE DI AVERE VOTATO ROBIN HOOD? INVECE AVETE ELETTO LO SCERIFFO DI NOTTINGHAM E IL SUO CAPO DI GABINETTO VE NE SARA’ GRATO PER TUTTA LA VITA

    • CAMBIAMENDDDDO

      hai perfettamente ragione CHE VERGOGNA E BASTA

  • Pinuccio Bruno

    Non resta
    che ribadire ciò che ho espresso più volte. Che lo “zar cerignolano” assuma
    discutibili decisioni, convalidate poi dalla sua Giunta Comunale, sembra non
    sorprendere più nessuno. La cosa che più indigna il cittadino sobrio e che sa
    cosa significhi davvero guadagnarsi uno stipendio o salario , è il silenzio dei
    Consiglieri di maggioranza , nessuno escluso. Sono costoro, a mio avviso, i
    maggiori responsabili di tutto quello che di vergognoso il loro “capo”
    commette.

    Questo ,
    perché avviene? Non credo proprio per disciplina di mandato. Il dubbio, che
    anche per loro durante o alla fine della giostra vi sia una ricompensa, sorge
    spontaneo . Sarebbero come quei cavalli da circo equestre, che durante o alla
    fine della esibizione il loro domatore somministra a ciascuno la carota in
    segno di riconoscenza.

    Intanto, i giorni, i mesi passano alla faccia di coloro che hanno creduto in
    totale buona fede nell’uomo dalle apparenti caratteristiche alla grillina.

    • Vladimir Iliich Ulianov

      Addirittura “Zar cerignolano”, esagerato!!!!!! E’ un sindaco a costo zero!!!!!! Ci vuole ben altro per eguagliare la figura degli Zar Romanov o del Presidente della Federazione Russa!!!!! Dasvidanjia Tovarish !!!!!!!

  • Pingback: Metta gioca ancora coi numeri: ecco le reali retribuzioni di Sindaco e Giunta | lanotiziaweb.it()