Non è iniziato nel migliore dei modi il 2016 per l’Iposea Udas Volley. La squadra cerignolana ha perso due gare consecutive e ha conquistato un solo punto. Al “Pala Di Leo”, ieri pomeriggio, con l’Asem Bari è arrivata la sconfitta al tie-break (25-16/15-25/24-26/25-20/14-16) al termine di una partita rocambolesca, molto tesa e densa di emozioni. I mister Leo Castellaneta e Roberto Ferraro si affidano alla formazione già collaudata. Leone in regia, Toma opposto, Mancini e Mitidieri al centro, Durante e Garofalo laterali e il libero Bisci. L’allenatore ospite, Francesco Valente, opta per la diagonale formata dal palleggiatore Mazzarelli e l’opposto Mancini, i centrali De Tellis e Ruggero, gli schiacciatori Incampo e Martielli e il libero Dammarco. L’Iposea Udas Volley parte con il piede schiacciato sull’acceleratore. Nel primo set funziona tutto: ottime percentuali a muro e in battuta, cambio palla efficace, concentrazione e determinazione a farla da padrone. La squadra cerignolana allunga ulteriormente nella fase decisiva del parziale e conquista agevolmente la prima frazione. Il meccanismo si inceppa, però, nel secondo set. L’inizio è da incubi: gli ospiti si portano sul 6-1 e mantengono il vantaggio fino alla fine. I biancoazzurri provano una timida reazione nella parte centrale del periodo, ma non riescono a recuperare il gap iniziale.

Dopo le prime frazioni, le due formazioni sembrano trovare i giusti equilibri: la gara si fa più emozionate, gli scambi si allungano, si gioca punto a punto. Nel terzo periodo, i cerignolani riescono anche ad annullare un set-point grazie a un muro di Durante, ma la squadra barese riesce a portarsi in vantaggio nel punteggio. L’equilibrio regna anche nel quarto set. L’Iposea Udas è intenzionata a recuperare lo svantaggio e a portare la partita al tie-break, gli ospiti sono determinati a chiudere il match. Dopo il primo time-out tecnico, gli allenatori cerignolani optano per il cambio della diagonale: entrano il palleggiatore Del Vescovo e l’opposto Petruzzelli e la mossa sembra sortire gli effetti sperati. Gli ospiti non riescono a trovare le giuste contromisure e si innervosiscono: l’arbitro è costretto ad estrarre il cartellino rosso. L’attacco successivo di Petruzzelli consente agli udassini di giocarsi la gara al tie-break. La quinta frazione non parte nel migliore dei modi: l’Asem Bari si porta subito avanti e al cambio di campo è in vantaggio di tre punti. L’iposea Udas riesce a recuperare e a sorpassare gli ospiti grazie a un ace di Garofalo. La partita è vibrante, sul parquet i giocatori danno il 100 per cento, anche il pubblico partecipa con ardore. Ci sono continui cambi di fronte: Petruzzelli riesce ad annullare un primo match-point, ma è la squadra barese a spuntarla 14-16.

«Siamo stati bravi a recuperare la partita nel quarto set- afferma Petruzzelli a fine gara -, è stato un match spigoloso e avvincente. Abbiamo dato il massimo e faccio i complimenti all’Asem Bari per la prestazione». Sabato prossimo è in programma l’ultima partita del girone d’andata, a Marigliano. «Dopo queste due sconfitte – dichiara il mister Leo Castellaneta – bisogna mantenere la calma, continuare ad allenarsi con la solita intensità, perché solo il lavoro paga e ci permetterà di uscire da questo periodo non felicissimo». La gara valida per la tredicesima e ultima giornata di andata del girone G del campionato nazionale di serie B2 maschile si disputerà a Marigliano sabato prossimo 23 gennaio alle ore 18:30.

CLASSIFICA ALLA DODICESIMA GIORNATA

Gis Pallavolo Ottaviano 33; Iposea Udas Cerignola 25; Tya Marigliano 23; Snav Folgore Massa 20; Pallavolo Andria, Prisma Asem Bari 18; Happy Network Gioia del Colle, Volley Capitanata 15; Gapvolley Acquarica Taviano 14; Volley Locorotondo Castellana 12; Elisa Volley Pomigliano 11; Caffè Cappuccini Tricase 8; Rione Terra Pozzuoli 4.

CONDIVIDI