La questione regolarità dei trasporti tra la città e la stazione ferroviaria non sembra trovare fine e continua a tenere banco, in verità più sui social che nell’agenda politico-amministrativa. Dopo lo sfogo di Pierluigi Lapollo, e la bagarre ingenerata con alcuni esponenti dell’attuale governance cittadina, interviene il responsabile del servizio di trasporto urbano, Giacomo Ricchiuti, per operare delle opportune precisazioni.

«Ho letto sia l’articolo che i post del signor Lapollo in relazione ad un disservizio del 16/1/2015 – esordisce il responsabile –. Francamente le notizie date sono basate sul nulla da parte del signor Lapollo, in quanto all’ora citata in stazione non c’è nessun autobus che attende l’arrivo dei viaggiatori, perché la corsa parte da Cerignola alle 18.30 ed impiega 20 minuti per arrivare allo scalo. Se il signor Lapollo o chi per esso si fosse informato sugli orari del servizio, ed avesse atteso l’arrivo dell’autobus così come ha fatto un viaggiatore di Barletta che ne ha usufruito senza problemi, tutto questo non sarebbe successo».

Superando l’episodio, Ricchiuti tutela il buon nome dell’azienda al di là delle beghe politiche: «I dissapori tra Lapollo e l’Amministrazione comunale non devono e non possono gettare discredito verso un’azienda e i suoi operatori che quotidianamente lavorano per i cittadini. Dopo anni di abbandono stiamo cercando di far tornare alla normalità un servizio, quello dello scalo ferroviario, che vedeva coperti solo alcuni treni. E’ il caso di precisare che comunque la gestione della tratta è affidata a due gestori, la Stc e Ferrovie del Gargano. Nella brochure sono evidenziati con colori diversi a seconda degli orari quale vettore utilizzare. La persona diligente si sarebbe informata sugli orari di arrivo e partenza e se ci sono inconvenienti c’è un ufficio preposto aperto dal lunedì al venerdì, c’è un numero di telefono e un indirizzo mail dove fare eventuali segnalazioni. Nessuno di questi mezzi è stato utilizzato in quanto il signor Lapollo ha scelto un socialnetwork per attaccare l’Amministrazione che nulla c’entra con la gestione del servizio. Il servizio c’è e funziona – conclude il responsabile Stc –. Basta con queste sterili polemiche che non giovano a nessuno». 

  • Lilli

    Spara qugh …

  • Antonio Longo

    Il pullman non c’è quasi mai, provare per credere, no le chiacchiere

  • Polifemo

    Se pagassimo le tasse comunali come i servizi che ci vengono offerti, saremmo al collasso totale da decenni.

  • kardin

    CHIACCHIERE ……………………….evogghj a asptté……………..;

    • viaggiatore

      Vi state confondendo con ferrovie del Gargano quelli si che non ci sono sempre ma la Stc e’ sempre presente.

      • kardin

        STC é presente quando gli fa comodo……………seeeeeeeeeee aspitt semp!!!!!!!