Partecipazione e determinazione. Questo in sintesi lo spirito emerso ieri sera in Via Solferino, dove Forza Italia ha ripreso l’attività di discussione interna, dopo il primo approccio della scorsa settimana. A ranghi allargati, tra le file azzurre è emersa una esigenza di concordare una linea che guidi le attività locali sia all’interno che fuori dal Consiglio comunale, dove già da prossimo giovedì (vigilia della seduta consiliare) Fi preparerà le proposte da avanzare nell’Aula Di Vittorio. I consiglieri Paolo Vitullo e Natale Curiello si sono detti disponibili ad essere portavoce e terminali di un percorso avviato in sezione, riprendendo il discorso interrotto all’indomani dell’appuntamento elettorale. Il coordinatore cittadino Gianvito Casarella a breve provvederà alla nomina di un consiglio direttivo che collabori nella organizzazione e si interfacci con i vertici provinciali, rappresentati dal vicecoordinatore cittadino Antonio Grillo, Savino Laguardia, Luigi Massaro e lo stesso Curiello.

Si parte dal programma elettorale di giugno. È quella la carta del rinnovamento del centrodestra avviata con la passata campagna elettorale comunale. Da lì Forza Italia deve ripartire per riunire il centrodestra e guidare l’attività consiliare. Diverse sono le iniziative amministrative che fin qui sembrano tratte proprio dal programma per Vitullo sindaco, a testimonianza della rispondenza di quel canovaccio con le esigenze oggettive della città. Ma Fi non si limiterà a seguire l’attività consiliare: detterà l’agenda delle discussioni cittadine, attraverso la proposizione di tematiche di attualità, dalla gestione dei rifiuti alla sanità, passando per edilizia e programmazione infrastrutturale della città.

Il coordinamento di Forza Italia di Cerignola nella riunione del 25 gennaio 2016 ha dibattuto e deciso di: “Invitare i cittadini a partecipare al Family Day di sabato 30 a Roma, in difesa dei valori naturali della famiglia in piena aderenza alla linea politica del partito che si oppone al ddl Cirinnà presentato dal Partito Democratico che prevede l’adozione dei figli per soggetti dello stesso sesso e l’utero in affitto per la procreazione. Su altri diritti Forza Italia lascia libertà di coscienza. Potenziare l’azione politica stando maggiormente in piazza e vicini alle reali problematiche dei cittadini. Sul punto si è aggiornato a giovedì 28 per preparare la partecipazione al Consiglio comunale del 29 in difesa della paventata chiusura dell’ospedale Tatarella, che i forzisti ribadiscono impossibile. Preventivare la venuta del Vicepresidente vicario del Parlamento Europeo, Antonio Tajani del gruppo del Partito Popolare Europeo – Forza Italia, per rilanciare la programmazione infrastrutturale della città.”

CONDIVIDI
  • vero

    ma ancora hanno il coraggio di respirare questi cadaveri ambulanti ?

  • Francè

    Lo scrivente con la famiglia e quant’altri amici abbiamo deciso che fin quando le scelte dei rappresentanti in vari amministrazioni o elezioni non saranno scelte dagli iscritti del partito non voteremo n’e faremo più parte di questo partito.

    • giosue

      Questi perdono tempo solo a giocare a carte