La scadenza dell’Autorizzazione Integrata Ambientale per l’impianto ETA di Borgo Tressanti lo scorso settembre 2015, dovrebbe normalmente risolversi un un “tacito” rinnovo. «Non in questo caso», fa sapere Antonio Lionetti, assessore all’ambiente del comune di Cerignola.

«E’ noto alla Amministrazione Comunale di Cerignola che, rispetto al citato impianto, l’ARPA DAP FOGGIA ha elaborato un rapporto riassuntivo di una serie di rilievi effettuati sull’impianto in questione, come da comunicazione della Regione Puglia dello scorso 22 gennaio. Abbiamo il fondato motivo di ritenere – continua Lionetti – che vi siano rilievi importanti in ordine a rilevate criticità. Queste, ove opportunamente approfondite e verificate, potrebbero rimettere in discussione il rinnovo della AIA e obbligare l’Autorità competente alla richiesta di riesame dell’A.I.A. medesima. L’Amministrazione Comunale con nota in data odierna ha chiesto alla Autorità competente un approfondito esame dei rilievi dell’ ARPA».

«E’ stato richiesto di poter accedere agli atti a disposizione dell’Ente Provincia, onde esercitare il controllo a cui questo Comune è interessato, stante la collocazione dell’impianto ai confini del territorio comunale. In data odierna a firma del Sindaco e dell’Assessore Lionetti si è richiesta copia integrale, con ogni allegato e ogni documento connesso, del rapporto ARPA, citato nella corrispondenza della Regione inviata per conoscenza al Comune di Cerignola, ma attualmente nella esclusiva disponibilità dell’Ufficio Ambiente della Provincia di Foggia».