Nella nota stampa che segue integralmente, il consigliere comunale del centrosinistra, Tommaso Sgarro, esamina la situazione della discarica di rifiuti e l’ordinanza sindacale secondo cui è stato determinato il deposito di rifiuti in altezza, oltre il limite originario della stessa. Il segretario cittadino del Pd lamenta la mancanza di progettazione sulla gestione del ciclo dei rifiuti da parte dell’Amministrazione Metta.

“Ho ribadito all’assessore regionale all’ambiente che non ci sarà nessuna altra discarica a Cerignola”. Questo annunciava dal (manco a dirlo) proprio profilo Facebook Metta venerdì 22 gennaio scorso. È vero, non ci sarà nessuna “nuova” discarica: si procede ad oltranza con la vecchia. Perché ciò che Metta, colpevolmente, tace è che lo stesso giorno, probabilmente nello stesso momento in cui scriveva quanto sopra riportato, emetteva un’Ordinanza (la quarta; la seconda dell’era Metta) per quello che comunemente è denominato “sopralzo”, ossia il deposito di rifiuti in altezza oltre il limite originario della discarica stessa. L’emissione di tale ordinanza rappresenta un fatto gravissimo per due ordini di motivi. Innanzitutto è un atto illegittimo, evidenzia l’assoluta mancanza di strategie e di programmazione nel settore. E intanto non si hanno notizie dell’annunciato e al momento disperso neo direttore di SIA! Il castello è crollato. Si rinuncia allo sviluppo impiantistico, con le note conseguenze finanziarie, e si procede a tentoni senza che dal Comune e dalla SIA giunga uno straccio di progetto a breve e medio termine sulla gestione del ciclo dei rifiuti urbani. Anziché annunciare Centri di raccolta comunali finanziati e realizzati da altri (a proposito: Forza Italia se ci sei batti un colpo!), attendiamo che Metta e SIA ci informino su questioni vitali per la nostra città e non solo. In attesa di convincenti risposte, accumuliamo, letteralmente, una montagna di rifiuti. E di menzogne.

CONDIVIDI
  • Francè

    Chi ha permesso a cani e porci di portare l’immondizia provenienti da altri paesi?

  • GERARDO

    SIG. SGARRO, mi piange veramente il cuore vedere lei come unica possibilità di vero cambiamento,avevo fortemente sperato che anche gli altri cittadini votassero per lei ma e andata diversamente(chissà come).Io vedevo in lei un sindaco che come nella maggior parte della nostra italia giovane fuori dai vecchi schemi della politica e dagli intrallazzi che fanno rimanere Cerignola un ghetto per pochi eletti (i finti puliti e i vecchi sporchi).