Terza vittoria consecutiva per l’Olimpica. Sarà un caso ma da quando i gialloblu giocano con un play di ruolo giocano bene e vincono. E ieri sera, a parte un minuto dell’ultimo quarto, l’Olimpica ha sempre condotto la gara dominando i primi due quarti e reagendo da grande squadra quando Altamura produceva il massimo sforzo per riprendere la partita. Ed è stato nei momenti topici che i ragazzi hanno gestito con lucidità i palloni importanti. In genere non facciamo mai la cronaca della partita e non la faremo nemmeno questa volta tuttavia i primi due quarti sono stati magnifici con un Olimpica che girava come un orologio svizzero e con Teofilo (grande gara la sua) e Barreiro a finalizzare tutto ciò che la squadra produceva. Con Darby che stentava un po’ all’inizio ma si faceva ampiamente apprezzare con la giocata della serata, una gran schiacciata in entrata in pieno traffico. In visibilio i numerosissimi tifosi accorsi ad Altamura nel chiassoso palazzetto locale. Il terzo quarto vede l’Altamura più in palla con Jeletic più pronto sotto le plance dove Degiorgio ha il suo bel da fare per contrastare chili e grinta del centro locale. Ma l’Olimpica si gode ancora la verve di Teofilo e una grande entrata di Bacchini. Nell’ultimo quarto l’Olimpica ha già speso moltissimo e quando Gesmundo prova a mettersi a zona prontamente i cecchini locali inquadrano il ferro. Le tre bombe di Perrucci e quella di Debartolo fanno male. Ma l’Olimpica ha Darby che ne restituisce due al mittente imitato da un sempre efficace Bacchini. Chiude la partita un ottimo Barreiro che mette i due liberi decisivi che portano l’Olimpica a più tre e lasciando l’ultimo tentativo di pareggio ai locali che sbagliano l’ultimo tiro aprendo la festa dei tifosi Cerignolani.

Olimpica bella e cinica che continua ancora a sognare i play off consapevole che è ancora molto difficile ma pronta a dare tutto come sta dimostrando nelle ultime uscite. Poco tempo per festeggiare. La situazione di classifica non consente distrazioni sono tutte partite praticamente da dentro o fuori e questo sembra esaltare le qualità della squadra di Gesmundo che Giovedi in casa affronterà Ruvo, squadra appena modificata con gli innesti di Ambrosecchia, Longobardi e l’americano Wiliams e che sabato ha dato filo da torcere alla capolista Nardò. La partita inizierà alle 20 e c’è necessità di riempire il palazzetto per cercare di continuare ad inseguire i play off.

Intanto grandissime soddisfazioni sta dando il progetto Olimpica/Fenice che cura le giovanili. Infatti l’under 14 già in fase GOLD ha già fatto tre vittorie su tre, mentre l’under 13 chiude il girone prima imbattuta e aspetta il girone Gold. Anche l’under 16 si è qualificata per la fase GOLD. Stiamo dando un futuro all’Olimpica – afferma il presidente Rosario Saracino- stiamo allacciando numerose sinergie anche con imprenditori di fuori Cerignola che apprezzano e condividono lo spirito che muove questa grande famiglia. Le giovanili vanno benissimo e siamo in piena corsa per l’Obbiettivo stagionale. In quest’ottica abbiamo di recente stipulano un accordo commerciale con RADIO SELENE, una radio prestigiosa del nostro territorio che potrà fungere da volano per tutti gli imprenditori che ci sostengono o che vorranno entrare nel circuito Olimpica. Tante novità in casa Olimpica ma con i piedi ben piantati a terra. Concentrazione e determinazione obbiettivo Ruvo!

Bawer libertas altamura 74 Olimpica fertech ecolav 77

De Giorgio 5, Barreiro 21, Bacchini 9, Teofilo 22, Darby 12, Vuovolo 2, Altamura 6, Colapietro, Russo, Okon.

CONDIVIDI