Nella prima giornata di ritorno del girone H di B2, la Cav Libera Virtus batte, con non poche sofferenze, 3-2 la Givova Scafati (25-22; 27-25; 17-25; 20-25; 15-12 i parziali): una partita riacciuffata per i capelli dalle ofantine, abili nel tirarsi su in una situazione critica, anche nello stesso tie break. Consueta formazione per mister Drago: Altomonte al palleggio e Carlozzi sulla diagonale; Martilotti ed Angelova martelli; Tralli e Piemontese centrali, più Tribuzio libero. Dall’altra parte, Meneghetti schiera: Villani in regia e Valdez Perez fuorimano; Piccione e Imbimbo di banda; D’Aniello e Ricciardi sottorete e Guida in difesa. Subito Valdez in evidenza, la Cav è avanti di misura (8-7) con Altomonte e malgrado diversi errori in battuta: la gara è equilibrata, poi le padrone di casa acquisiscono un bel margine (18-10) grazie agli ottimi servizi dell’alzatrice biscegliese, unito a numerose infrazioni e conclusioni fuori misura delle ospiti. Scafati recupera qualche lunghezza avvalendosi di D’Aniello sia in attacco che a muro, mentre le cerignolane seguitano a commettere errori al servizio, arma insidiosissima invece della Givova, che crea fastidi alla ricezione permettendo un corposo riavvicinamento (21-20). In un finale di set incerto, è la squadra di Drago a spuntarla, con una felice intuizione di Carlozzi che in palleggio sorprende la difesa in posto 1. Cerignola va avanti a sprazzi e resta davanti (6-4), anche se il sestetto ofantino non sembra in una delle sue serate più brillanti: le campane agiscono dal centro e con qualche sortita di Piccione. Arriva comunque un piccolo break, dilatato fino al 18-11 in virtù delle sempre tese battute di Altomonte; la Givova cade ancora in parecchie imperfezioni tuttavia, come in precedenza, opera una gran rimonta. Gli ingressi di Canzanella al servizio e di Resia Esposito in prima linea si rivelano salutari (19-18), perché le gialloblu sbagliano più volte; ace di Ricciardi per l’aggancio, attacco vincente di Piccione per il sorpasso e fino alla disponibilità di tre palle set. Caparbiamente la Libera Virtus annulla tutto e Piemontese ribalta il punteggio: ai vantaggi è la subentrata Albanese (al posto di Angelova) a consegnare il doppio vantaggio.

Nella terza frazione resta in campo la laterale foggiana: problemi in ricezione con le salernitane a condurre (6-8, Valdez e Ricciardi). Le locali sono più compassate e Drago getta nella mischia anche De Toma per Carlozzi; Piccione sale in cattedra e le ragazze di Meneghetti scappano via sull’11-19. In difficoltà ed a corto di idee, le ofantine non riescono a risalire la china: Piccione mantiene alte percentuali ed il muro scafatese funziona, così la naturale conseguenza è la riduzione delle distanze. Angelova rienta nel quarto periodo, ma la Givova continua nel suo magic moment (2-7): Valdez imperversa a muro e nell’attacco di casa solo Carlozzi sembra saper far breccia nella difesa rivale. L’opposto cubano apre una serie di ace (3-11), la Cav prova a riaccendere la luce: due volte Angelova, Tralli e Martilotti per il 10-12. Le gialloblu campane allungano ancora con un altro elemento dalla panchina (Bruna Esposito in posto 3) e l’inerzia del match è totalmente sovvertita: le due Esposito hanno rinvigorito Scafati, Piccione esibisce tutta la sua esperienza e la compagine ospite ottiene con pieno merito la disputa del tie break.

Estremo equilibrio e cambipalla a ripetizione, almeno fino al servizio vincente di Valdez ed all’errore di Angelova: si va al cambio di campo sul 6-8. Le due squadre si danno battaglia, la solita Piccione tiene a più riprese davanti la Givova (10-12); nella fase più delicata, prima Angelova, un muro di Carlozzi su Valdez e di nuovo la bulgara segnano la parità ed il seguente rovesciamento, dando il via alla progressione finale tutta gialloblu. Altri due punti consecutivi, l’ultimo dei quali giunto su una difesa lunga di Altomonte che cade giusto sulla riga laterale, per una vittoria ottenuta con notevole sforzo dopo due ore e venti di gioco. In classifica -con Altino che allunga ancora- la Libera Virtus resta seconda: domenica prossima test verità in casa dell’Assitec 2000 Sant’Elia (terza forza del torneo), per un cruciale appuntamento nel prosieguo di stagione.

Ecco il tabellino della Cav Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Altomonte 7, Carlozzi 18, Martilotti 16, Angelova 7, Tralli 9, Piemontese 7, Albanese 3, De Toma 1, Tribuzio (libero).

CLASSIFICA ALLA QUATTORDICESIMA GIORNATA

Costruzioni Papa Altino 35; Cav Libera Virtus Cerignola 28; Assitec 2000 Sant’Elia 25; Due Principati Baronissi 24; Pallavolo Minturno 22; Centro Kos Potenza, Givova Scafati 17; Fiamma Torrese 14; Accademia Benevento 13; La Mimosa Teatina Chieti 10; Severiana Montescaglioso 8; Volare Olimpia Benevento 0.

CONDIVIDI