Interessante quinto turno infrasettimanale per il campionato di Serie C Silver, con una settima giornata di ritorno con impegni importanti per le formazioni ofantine, che possono dare una chiave fondamentale per gli obiettivi stagionali. Per l’Allianz Udas, cruciale sfida in terra garganica domani contro la Webbin Manfredonia: i biancazzurri di Luigi Marinelli vogliono assolutamente riscattarsi dopo la sconfitta dell’andata e le vittorie pesanti contro Vieste e Diamond Foggia hanno di fatto rimescolato una classifica che ai più sembrava già definita. Non solo si è riaperto tutto, ma che si verifichino colpi di scena importanti da qui alla fine della regular season è certamente da tenere in conto. I sipontini arrivano a questa sfida con 34 punti all’attivo, frutto di diciassette vittorie e quattro sconfitte: da tenere d’occhio Bohanon, Miller e l’ex biancazzurro D’Arrissi, che potrebbero mettere in difficoltà il trio Voss-Malat-Tredici. In esclusiva, abbiamo raccolto le dichiarazioni del capitano dell’Allianz Udas Guglielmo Serazzi, a poco più di 24 ore dal big match: «Sappiamo bene che non sarà una sfida semplice: è la terza di una settimana estremamente difficile, dopo le vittorie contro Vieste e Foggia. Così come contro la Diamond dobbiamo restare assolutamente concentrati, loro vorranno mantenere l’imbattibiltà, noi non ci accontenteremo e speriamo di portare a casa i 2 punti». Arbiteranno l’incontro al Pala “Scaloria”, alle 20.30, Porcelli (Corato) e Soldano (Trani).

I gialloblu dell’Olimpica allenati da Giovanni Gesmundo, dopo le tre vittorie contro Trani, Castellaneta ed Altamura, provano a centrare il poker (Pala “Dileo”, ore 20) contro un avversario ostico e che ha cambiato parecchio, il Ruvo. Partendo dall’allenatore Matteo Totaro, ex coach dell’Udas che sta cercando di tirare via dalla zona pericolo la sua formazione: fanno paura gli innesti dal mercato, con Ambrosecchia, Longobardi e l’americano Wiliams, che sabato hanno dato filo da torcere alla capolista Nardò. Per capire la vigilia della sfida, il nostro giornale ha realizzato due interviste, con il capitano Milo Bacchini e Nicola Vuovolo. «Ruvo praticamente ha cambiato quasi tutto rispetto alla partita di andata: ha preso due giocatori d’esperienza e un americano che si aggiunge a quello che era già presente nel roster -afferma la guardia torinese-. Servirà una gran partita, esattamente come successo a Ruvo, ed esattamente come ad Altamura per continuare questo buon periodo. Stiamo bene, stiamo girando bene e se continuiamo possiamo farcela: ogni partita ora per noi è una finale se vogliamo rientrare tra le prime otto, quindi una super motivazione in più». Nicola Vuovolo si sofferma sull’arrivo in squadra di Dan Darby: «Il suo arrivo è stato importante per il gruppo, insieme a Teofilo ha dato una scossa al nostro gioco, con più velocità e dando la possibilità di fare canestro ai compagni. Siamo più squadra rispetto a prima e non ci fermeremo». Arbitri del confronto De Tullio (Bari) e Paradiso (Santeramo In Colle).

CONDIVIDI