«Nel momento in cui ho assunto questa carica, si riscontrava una gestione delle strutture sportive a dir poco pessima, in piena emergenza esordisce in una nota stampa l’Assessore allo Sport Carlo Dercole -. Una di queste era il Cercat, ogni giorno preso d’assalto da vandali, teppisti, con la stanza del custode incendiata, spogliatoi danneggiati, bagni divelti. Una situazione a dir poco vergognosa e in piena emergenza. Altri due mesi di precedente gestione e ci saremmo trovati di fronte a un Carapellese-due. Una bellissima struttura stava per diventare un altro monumento all’incompetenza della classe dirigente dei precedenti vent’anni. Dopo soli sessanta giorni di insediamento, il 17 settembre scorso, io e tutta la giunta abbiamo affidato per un anno la gestione del campo Cercat all’associazione sportiva Mondo Sport, che aveva fatto richiesta con una nota di protocollo per la gestione del campo, con la delibera 321. Tale decisione si è dimostrata vincente, dal momento che ora il Cercat è una struttura completamente rinnovata». 

Con un lungo comunicato il giovane delegato della giunta Metta fa il punto della situazione circa lo sport cittadino e le sue strutture adibite, replicando duramente alle affermazioni di Marcello Moccia, ex delegato della precedente amministrazione, il quale in una intervista rilasciata a lanotiziaweb.it aveva espresso i propri dubbi e le criticità, secondo il proprio punto di vista, sulla gestione del comparto sport a Cerignola.

«Sono stati effettuati in tre mesi una serie di interventi di ristrutturazione della strutturasono stati eseguiti lavori di tinteggiatura, sistemato l’impianto di illuminazione, effettuata la manutenzione dei due campi, sistemato il campo da bocce, chiuso con sette cancelli la struttura che prima era aperta, chiuso tutti i pozzetti pericolosi soprattutto per i bambini, e disinfettato tutta la struttura che, da teatro di inciviltà, si è trasformata in cornice di eventi da ricordare, come è stato dal 16 al 20 dicembre con il Primo Torneo Regionale della categoria esordienti e con la prima partita di rugby della storia di questa città. Si sta pensando di fare un torneo delle scuole nelle ore di ed. fisica – prosegue Dercole -, e vorremmo ripristinare i tornei parrocchiali, per avvicinare allo sport quante più persone possibile. Questa associazione ha investito 27000 euro per risistemare l’intera struttura e a dicembre, dato il grande lavoro dimostrato, ho prolungato fino alla fine del mio mandato (2020) la gestione della struttura a Mondo SportDurante la campagna elettorale si è detto che, con la vittoria di Metta, l’Audace sarebbe scomparsa. In sei mesi – precisa il delegato -, trovatemi un’amministrazione che abbia fatto più di quello che abbiamo fatto noi per l’Audace. Il campo Cianci, da un uso privatistico della struttura, è stato affidato al settore giovanile dell’Audace. Abbiamo asfaltato il parcheggio all’ingresso del Monterisi, abbiamo concesso il bar, proprio per stare al passo con le ambizioni della società. Anche il settore giovanile è molto importante per un progetto di Lega Pro, e il Cianci è una struttura adatta a questo. Abbiamo nominato il campo come “Casa dell’Audace Domenico Monterisi”, e dato mandato al dirigente di realizzare l’illuminazione del campo (dalla prossima stagione si potrà giocare anche alle 18.00 e non necessariamente in contemporanea con la Serie A) e il manto erboso in erbetta sintetica che probabilmente costerà un po’ di più rispetto all’erba vera, ma che presenta costi di manutenzione decisamente inferiori. Abbiamo dato una convenzione decennale all’Audace, che potrà gestire quel campo e potrà quindi fare degli investimenti con una relativa tranquillità». 

E sul Palazzetto dello Sport, altra struttura in forte crescita nel mandato d Giannatempo, e del delegato Moccia, l’Assessore in carica evidenzia: «Tutti vedono il cortile che costeggia il palazzetto, che è una discarica a cielo aperto da oltre 20 anni. Tra qualche mese, non si presenterà più questo problema perché nascerà una pista di mountain bike a livello nazionale, ci sarà anche un gran polmone verde con panchine e alberi, ci sarà l’illuminazione che risolverà pure il problema del buio all’esterno impiantando nuovi lampioni. Abbiamo affidato la gestione di quel terreno comunale alla ditta Special Bike, stipuleremo una convenzione decennale, e questa si occuperà di tutti gli sforzi economici dovuti. Dopo 10 anni quel terreno tornerà al Comune e sarà un’area rigenerata. Per la piscina comunale, spero che entro la fine del mio mandato riusciremo a realizzare quest’opera incompiuta da 20 anni, come anche una tensostruttura: attraverso il credito sportivo ho avuto dei contatti con Sannicandro (Presidente del Coni Puglia), che mi ha detto che ci sono possibilità di ottenere un tasso agevolato per il Comune e realizzare una tensostruttura come si deve (anche perché quel Palazzetto, con le società a ridosso dell’eccellenza, comincia a starci stretto)». 

«Abbiamo inaugurato di recente il circuito podistico – aggiunge Dercole -, asfaltando il terreno e installando l’illuminazione in un tratto di 400 metri per dare la possibilità di correre anche la sera. Stiamo per affidare il campetto Don Bosco alla parrocchia San Francesco, che comprende la Terra Vecchia e Tomba dei Galli, cioè quartieri difficili, dando ai bambini un posto dignitoso dove poter giocare, togliendoli dalla strada. In più, Alessandro Belliere ci ha detto che tornerà a fare tappa a Cerignola, e sicuramente questa volta troverà qualcuno! Rimedieremo alla figuraccia di quando non trovò nessuno ad accoglierlo, durante la delega di Marcello Moccia. Proprio Moccia ha toccato un punto delicato – ammonisce il responsabile delle Politiche Giovanili -, accusandomi del fatto che società a me “amiche” non pagano, mentre altre lo fanno. Un tasto dolente per lui, perché con Marcello Moccia non ha mai pagato nessuno e adesso tocca a me andare a vedere tutti gli arretrati che ha fatto Moccia. E’ un’accusa grave e ne risponderà nelle sedi opportune. E’ sufficiente fare l’accesso agli atti per vedere come stanno le cose. Sicuramente sono giovane e perché no, inesperto. Ma credo di aver lavorato duramente in questi sei mesi. Con un po di esperienza maturata – chiosa Dercole – mi impegnerò a fare di più nei prossimi». 

  • sportivovero

    Carletto ma che fai spari sulla croce rossa? Che ci vuole a distruggere uno come Marcello Moccia che è stato il nulla per questa città. La prossima volta per carità cristiana ti prego di non replicare a Moccia. Auguri di buon lavoro

    • unpensiero

      d’accordo sulla precedente gestione solo fumo negli occhi e sckumazz. per quella attuale l assessore indubbiamente si da da fare ma troppo orientato alla società più vicina all amministrazione a cui vanno aiuti economici non indifferenti a scapito di altre che invece sono del tutto abbandonate se non addirittura emarginate. così prima o poi il bubbone scoppierà e si trascinerà assessori delegati e sub delegato.carle gapra l ukkie

      • Inaugurazione

        Sig. DERCOLE e Sindaco Metta, avete inaugurato l’illuminazione dei lampioni sul tratto di 400m, a costo zero presuppongo, e se faceste tutto il percosso s.marco, pista ciclabile veniva il Presidente Mattarella a tagliare il nastro? Una Città come Cerignola non ha una pista ciclabile sicura, vi rendete conto, uomini, donne, e bambini, tutti giorni corrono su quella strada PERICOLOSA, auto e moto che sfrecciano a velocità sostenuta, almeno metterci dei cartelli di limite di velocità??

  • Francesco

    Bravo Carlo. sei una persona presentabile non yi far influenzare da nessuno.

  • Andrea

    Vediamo che riesce a fare questo ragazzo. Per ora bene