Ancora una superba prestazione per i ragazzi dell’Olimpica che sembra abbiano definitivamente assimilato quell’identità di squadra a lungo cercata da Gesmundo. Ne è la riprova la partita di ieri a partire dal riscaldamento quando Teofilo (migliore in campo ad Altamura) si fermava immediatamente per una contrattura al polpaccio. Nessun timore, nessun tentennamento o sconforto negli occhi dei ragazzi: urlo, abbraccio e tutti a combattere! Risultato?Ancora una grande vittoria! Ovviamente non è stato né facile né scontato. Ruvo si è presentata a Cerignola forte dei due americani dei nuovi acquisti Ambrosecchia e Longobardi e soprattutto di Valerio Corvino che ha ancora una volta dimostrato che l’età per lui è solo una variabile relativa (sprazzi di classe per lui). La partita per tre quarti è stata ben controllata dall’Olimpica che ha avuto un Barreiro grandissimo protagonista (26 punti e 13 rimbalzi) ed un Darby metronomo della squadra, squadra che con lui sembra aver trovato la quadratura del cerchio con Bacchini e de giorgio essenziali e puliti nelle scelte di gioco. A tratti veramente un bel basket da parte della squadra di casa ben organizzata, grande difesa e fluido gioco di squadra, insomma la mano di Gesmundo!

Ma come sempre accade nel basket (per questo è il più bello sport che esiste…ma siamo ovviamente di parte..) da un comodo più 17 si arriva al sorpasso del Ruvo. L’Olimpica molla un po’ (ma era fisiologico visto il gran ritmo, la difesa asfissiante e una rotazione in meno) e Longobardi inizia il suo tiro a segno da tre con Corvino ad ispirare e a segnare (caso mai qualcuno pensi che non sarà di nuovo determinante). E ancora una volta l’Olimpica dimostra quella lucidità e quella maturità di squadra mancata in passato. In un paio di minuti ricaccia indietro Ruvo e quando Mike Altamura insacca la tripla del più otto nei minuti finali la gara è in ghiaccio e Ruvo capitola davanti ad un palazzetto pieno di famiglie e bambini (Battuto anche S. Remo…). Quarta vittoria di fila e ottavo posto in classifica che al momento piazza i giallo blu nei play off. Nessuna illusione, nessuna certezza il campionato è lunghissimo e le difficoltà enormi. Allenamento odierno a ranghi ridotti per i vari infortuni e Domenica trasferta nella capitale del basket pugliese, Brindisi, guai a sottovalutare.

OLIMPICA 73 RUVO 63

Barreiro 26, Darby 19, Bacchini 11, De Giorgio 9, Vuovolo 3, Okon 2, Altamura 3, Mansi, Colapietro, Teofilo.

CONDIVIDI