Poco tempo per rifiatare e di nuovo tutti in campo per l’ottava giornata di ritorno del campionato: per le formazioni ofantine impegni ostici, sulla strada verso i playoff. Per l’Allianz Udas, dopo la bella vittoria a Manfredonia che ha chiuso il ciclo terribile dei derby di Capitanata, arriva oggi alle 18 al Pala “Dileo” un’Adria Bari che sta attraversando un momento di forma positivo: 26 punti conquistati, frutto di tredici vittorie e nove sconfitte. La formazione allenata da coach Loizzo punta sulla capacità realizzativa di Persichella e dell’intramontabile Delli Carri per sbarrare la strada ai biancazzurri, che ormai ci hanno abituato alle imprese impossibili. Questa volta, il nostro giornale ha raccolto in esclusiva le dichiarazioni del preparatore atletico dell’Allianz Udas, Camillo Sperinteo, il quale spiega quali possono essere le difficoltà nel match odierno e lo stato psicofisico della squadra: «La sfida contro Bari nasconde molteplici insidie: la vicinanza della gara ci impone di recuperare energie fisiche e mentali, dopo il grande impegno della partita contro Manfredonia. L’Adria arriva dopo un trittico di fuoco che ha messo a dura prova i nostri giocatori, a conferma della pericolosità degli avversari. La gara contro Manfredonia rappresenta in pieno il nostro spirito che ci contraddistingue: tanta sofferenza, sacrificio continuo, ma un cuore e una grinta infinita che ci hanno permesso di vincere questo terzo derby consecutivo. Davvero emozioni uniche e una gioia infinita». Arbitri del confronto saranno Baselice (Lucera) e Ranieri (Mola Di Bari).

L’Olimpica Basket, vittoriosa sul filo di lana contro Ruvo di Puglia, è in procinto di affrontare una incontro difficile domani a Brindisi contro l’Invicta. L’ostacolo appare sulla carta facile, ma si sa che non bisogna dare mai nulla per scontato in questo sport: come dimostrato dai risultati dei precedenti turni. I gialloblu, dopo un periodo con molte vicissitudini, stanno dando vita ad una seconda parte di stagione assolutamente positiva: l’arrivo di Dan Darby ha rigenerato la squadra sia fisicamente che sul piano del gioco. Due dubbi per gli ofantini, circa le condizioni di Ciccio Teofilo (problema muscolare durante il riscaldamento pre Ruvo) e Cosimo De Giorgio: vedremo se ce la faranno per la gara di domani alle 17.30. Il tecnico Gesmundo presenta l’incontro: «Anche se è l’ultima in classifica non dobbiamo sottovalutarla nella maniera più assoluta: abbiamo dimostrato grande cuore e aggressività contro Ruvo, dobbiamo continuare così per restare nella griglia playoff e regalare ancora tante emozioni ai nostri tifosi». A dirigere il confronto, Conterosito e Racanelli, entrambi di Matera.

CONDIVIDI