Il riordino ospedaliero in Puglia è tutt’altro che faccenda chiusa e oggi, ad infiammare gli animi, è stato proprio il Presidente di Regione Puglia Michele Emiliano, nella conferenza stampa tenuta insieme a Giovanni Gorgoni, Direttore del dipartimento regionale per la salute. Una riforma che, tra le altre cose, prevede il declassamento di numerose strutture, come anche quella cerignolana.

«Il piano di riordino ospedaliero obbedisce a regole che il Governo impartisce con grande severità», ha affermato piccato il Governatore. E, infatti, prontamente sono stati illustrati i primi possibili scenari, ormai per molti certi alla luce delle dichiarazioni di Emiliano, che vedranno in provincia di Foggia il passaggio da 5 a 4 ospedali, accorpando le strutture di Lucera con quella di San Severo, e contestualmente di tre come istituti di base, ovvero Cerignola, Manfredonia e San Severo, e quello di Foggia di secondo livello.

«Piano di riordino ospedaliero in Puglia: che delirio!! Prime notizie confuse – commenta amaramente Elena Gentile attraverso la propria pagina facebook -. Declassati gli ospedali di primo livello ad ospedali di base. Cancellate specialità e le rianimazioni». A guardar bene, infatti, il passaggio per Cerignola da ospedale di primo livello a struttura di base comporterà, nello specifico, dei tagli importanti per diversi reparti, lasciando operativi e aperti soltanto il pronto soccorso, ortopedia, medicina, ostetricia, chirurgia. Sigilli in vista, quindi, per urologia, uno dei fiori all’occhiello del nosocomio “Tatarella”, rianimazione, oculistica, senologia, tossicologia e medicina legale.

Prossimi passaggi previsti per fine mese quando, il 29 febbraio, la Regione sottoporrà il provvedimento al Ministro dello Sviluppo Economico per l’approvazione. In totale, il provvedimento proposto, porterà le strutture in puglia a perdere quasi un quarto dei presidi (da 40 a 31, ndr.), col contestuale e quasi certo ridimensionamento del servizio sanitario pugliese.

  • Francè

    Questo declassamento delle strutture ospedaliere penso siano state progettate da molto tempo ed adesso esposte dal Governatore Emiliano, e, tra poco, verranno messe in esecuzione. Per tutto questo pasticcio dobbiamo dire grazia alla bella signora.

  • Polifemo

    Non ci posso credere, vero cicognino??
    Sicuramente ci penserà il nostro grande sindaco a sistemare tutto visto i
    grandi rapporti che si è vantato di avere con Emiliano.
    E il tutto a costo zero!!

  • Ospite

    Certissimo che è e opera della bella signora che si ingrassa di soldi a spese dei fessi che l’anno votata e alla faccia nostra e ora che mettono in pratica un piano ospedaliero programmato in precedenza dove LA BELLA SIGNORA era artefice principale dice che DELIRIO ma a credi che siamo tutti ZAMARRI? FALLA FINITA CHE TI STAI COMPERANDO MEZZA CERIGNOLA PER NON DIRE TUTTA

    • Anny

      Anche lei un giorno dovrà morire e sulla sua tomba farò pisciare un cane.
      Ha messo cani e porci nella famosa sanità service doppio spreco di denaro grazie al suo clientelismo politico ci troviamo in queste condizioni.
      Grazie signora ma ricordati
      “Che anche tu devi morire” e i tuoi soldi sporchi non te li porterai mica dietro.