«Bisogna trovare una soluzione senza sfociare in ulteriori polemiche, focalizzando l’attenzione sull’interesse collettivo». Si esprime in questi termini il consigliere del gruppo Capitanata Democratica, Rino Pezzano, in merito alla questione dell’eventuale perdita del presidio Inps a Cerignola.

«Ai dirigenti dell’Istituto di previdenza – prosegue il consigliere – chiedo di formalizzare le loro richieste. Il mio suggerimento, poi, è l’istituzione di un tavolo di confronto tra amministrazione comunale, gli stessi dirigenti, i sindacati, le associazioni di categoria per vagliare tutte le proposte».

«La perdita dell’ufficio Inps – spiega Pezzano – sarebbe penalizzante per i cittadini cerignolani, in quanto dovrebbero spostarsi per accedere ad alcuni servizi, e recherebbe un danno ai lavoratori, che rischiano il trasferimento.

Dopo la chiusura di altri uffici come quello dell’Enel, Telecom, Italcogim, dell’Acquedotto Pugliese, della sede distaccata del Tribunale e lo spostamento di alcuni settori di Equitalia – continua il consigliere -, quest’ulteriore smantellamento potrebbe avere un effetto negativo ed è rilevante il rischio di un impoverimento del nostro territorio in termini di servizi».

«L’amministrazione e il sindaco hanno tutto l’interesse affinché gli uffici Inps restino a Cerignola – conclude Pezzano -. Comprendiamo, inoltre, tutte le difficoltà dovute a decisioni prese da altri livelli istituzionali e ritengo che ci debba essere la disponibilità di tutti per risolvere la questione».