«Sabato scorso si è diffusa la notizia – diffusa in esclusiva da lanotiziaweb.it – di scarichi illegittimi di rifiuti su terreni prossimi alla Diga Capacciotti». L’assessore all’ambiente Lionetti in una nota stampa odierna apostrofa tale ritrovamento come «circostanza già nota agli organi di Polizia Municipale del Settore Ambiente, che però nella giornata di sabato hanno potuto constatare un serio aggravio della situazione precedentemente rilevata. E’ stata prontamente informata la Procura della Repubblica, che ha dato puntuali disposizioni per procedere al sequestro delle aree interessate con successiva valutazione di merito per le operazioni di bonifica».

Di certo se si era già a conoscenza della presenza di rifiuti (parla di «circostanza già nota» l’assessore, ndr) probabilmente era il caso di sorvegliare di più o meglio quella zona. Infatti a sentire alcuni gruppi ambientalisti proprio intorno alla Diga, poco distante da Borgo Moschella, esistono diverse situazioni simili che le stesse associazioni stanno provando a mappare.

«Si tratta di una cospicua quantità di rifiuti speciali – continua Lionetti – e l’Ufficio Ambiente del Comune sta provvedendo ad effettuare opportuni rilievi per tentare di appurarne la provenienza e il grado di tossicità. Nei prossimi giorni avrò modo di riferire sugli sviluppi. Evidentemente, l’abbandono incontrollato di rifiuti nel territorio comunale è un problema serio e diffusa è l’abitudine di bruciarli, causa principale dell’aria irrespirabile che spesso opprime l’intera città, come è accaduto qualche giorno fa».

«Non è semplice vigilare su una estensione territoriale vasta circa 600 kmq e non nascondo di essere angosciato», scrive Lionetti. «Ma per quanto comprensibili tutte le lamentele, bisogna però convenire che le criticità sono tante e non tutte possono essere affrontate e risolte in tempi rapidi».

Non manca il riferimento alle critiche giunte dall’opposizione. «Spudoratamente pretestuose tutte le accuse di immobilismo e incompetenza mosse nei mie confronti, soprattutto da parte di chi è palesemente ostile per “partito” preso. Altri risultati positivi arriveranno in tempi ragionevolmente brevi, specialmente se vi sarà una più ampia collaborazione nell’assumere comportamenti più civili e nel denunciare quelli illegittimi di cui si è a conoscenza».

CONDIVIDI