La domanda a margine dell’approvazione del Piano di Riordino sanitario che in tanti si sono posti, a partire dai “cretini”, per dirla alla Emiliano, è: cosa c’è dietro il Piano di Riordino? C’è e ci sarà tanto. E le indiscrezioni non tardano ad arrivare.

Infatti nella tabella allegata alla delibera alla Nefrologia si assegnano zero posti: E ancor più grave quelli del Tatarella passano a San Severo. Il paradosso è servito. In un ospedale come quello di Cerignola con l’unità di Urologia e la Dialisi scompare Nefrologia. Non è però l’unica notizia nefasta. Infatti il nosocomio cerignolano perde circa 25 posti in tutto. I ben informati parlano di colpo di mano dell’ultimo minuto della Giunta Emiliano. Un agguato in perfetto stile per i cittadini di Cerignola. In attesa di scoprire altro.