L’undicesima giornata del girone di ritorno della Serie C Silver ha proposto l’atteso incontro fra l’Allianz Udas e la capolista Nardò. Al Pala “Andrea Pasca” va in scena una gara dai ritmi altissimi sin dai primi minuti, con i padroni di casa che soprattutto con Provenzano e Bjelic fanno paura: i biancazzurri di Luigi Marinelli sono sul pezzo sia con Voss e Malat in attacco che in difesa, dove Tredici, Triglione e Falcone con il prezioso apporto di capitan Serazzi mettono più di una tensione ai salentini ed al primo quarto l’Allianz chiude con uno svantaggio di soli 4 punti (24-20). Secondo periodo dove i protagonisti danno vita ad una sfida di equilibrio puro, autentico come solo le grandi sfide sanno dare, a rincorrersi l’un l’altro senza un attimo di pausa. Quando sembra che Nardò possa prendere l’allungo decisivo, l’Udas è lì ad approfittarne nel tenere il match sotto tensione fino alla sirena dell’intervallo lungo, col primo tempo che va in archivio sul 40-36. Seconda parte della sfida in cui a dare maggiore compattezza sono le difese arcigne e mai dome, ma nella parte finale del terzo quarto gli ofantini si fanno più incisivi, sfruttando ogni errore avversario ed il 50-52 fa sognare in un colpo grosso. Ma l’ultima frazione vede i leccesi imporre la propria legge: Mounier e Bjelic dettano i tempi ed arriva il massimo vantaggio di 21 punti; l’Allianz Udas non recupera più e interrompe a testa altissima la striscia di sedici risultati utili consecutivi. Poco tempo per riposare, anche perché a distanza ravvicinata c’è il derby con l’Olimpica, che stasera ospiterà Monopoli in una sfida da dentro o fuori in ottica playoff.

CONDIVIDI