L’amministrazione, come già annunciato alcuni mesi fa, procede sulla ZTL con l’idea di realizzare zone a traffico limitato, zone a velocità ridotta e sistemi di rilevazione automatica delle infrazioni. Il tutto con la regia ed il contributo del dottor Delvino, il quale ha già messo in opera simili sistemi in altri comuni.

«E’ stata indetta gara per la fornitura di n. 8 varchi elettronici per ZTL e AP, fornitura segnaletica per Zone Residenziali (30 Km/h), fornitura di n. 20 pannelli elettronici a messaggio variabile, fornitura di n. 15 punti visione compatibili ed integrati nel sistema di videosorveglianza, fornitura ed installazione di segnaletica orizzontale e verticale per la realizzazione di n. 2 rotatorie, fornitura ed installazione di n. 2 impianti semaforici, fornitura ed installazione di n. 6 rilevatori automatici di infrazioni al codice della strada, per passaggio con semaforo rosso, attività d’installazione, di manutenzione ordinaria di detti impianti e strumenti, oltre a gestione verbali amministrativi al codice della strada e beni e servizi aggiuntivi collaterali».

Con questo lungo elenco il Sindaco Metta annuncia la gara «al massimo ribasso fra soggetti qualitativamente certificati» per realizzare tutto quanto. L’intera procedura sarà chiaramente coordinata e realizzata dalla Centrale Unica di Committenza del Tavoliere.

  • Luigialberto Febbrile

    ottima iniziativa…..se ci mettesse un piano, magari d’accordo con i commercianti, per favorire lo spostamento in bici (per la serie, non trovi mai una rastrelliera in punti utili o comunque che ti consentano di tenere d’occhio il mezzo mentre ti sposti) e magari una ciclabile in corsia dedicata e raccordata con le altre zone della città per raggiungere la stazione ( la Puglia non fà pagare ilt rasporto bici sui treni), si raggiungerebbe non dico la perfezione ma di sicuro sarebbe un intervento di una certa seiretà anche a livello nazionale, circa le pratiche di buona promozione della mobilità sostenibile

    • Elettrik

      Gia’con un semaforo in funzione la città’ va in caos figuriamoci con tutto quello che e’ descritto,vogliono far passare una città’ in una metropoli.Per essere tutto funzionale ci vorrebbero delle strade a traffico veloce e delle circovallazioni larghissime.Per quanto riguarda le piste ciclabili la città’ ha fallito due volte vedi la velo stazione e le bici elettriche che fine hanno fatto?non parliamo delle strisce pedonali che durano pochi mesi e poi non vengono rinnovate per lunghi periodi

  • Simone

    Senza parlare dell’incivilta dei soliti noti che distruggono le opere atte a regolamentare un poco il traffico!