Weekend di volley con tre formazioni ofantine su quattro impegnate nei rispettivi campionati: in B2 in campo solo la Cav Libera Virtus, atteso il turno di riposo che osserverà l’Iposea Udas nel torneo maschile. Il sestetto di Michele Drago domani (ore 18.30) affronterà in trasferta la Fiamma Torrese, in un incontro -per la 18ma giornata- in apparenza non trascendentale ma in realtà da sostenere con la dovuta concentrazione. Le virtussine saranno opposte ad una squadra, quella campana, che ha sempre creato loro difficoltà, come si evince dai precedenti: due sconfitte nella passata edizione del campionato, un risicato successo al tie break nell’andata dello scorso 15 novembre. L’ambiente al pala Oplonti spingerà al massimo le proprie beniamine, alla ricerca di una vittoria per allungare le distanze dalla zona pericolo: in casa le giocatrici di coach Adelaide Salerno sanno essere temibili e si fanno rispettare e con individualità come Cozzolino, Russo, Stanzione e Viscito possono rendere complicate le cose a qualsiasi avversario. La Libera Virtus è in un buon momento di forma, certificato dalle cinque affermazioni consecutive, l’ultima delle quali il 3-0 casalingo con il Centro Kos Potenza. Accumulare più distanze possibili in vista dei futuri confronti diretti con le rivali per i playoff è l’obiettivo in casa gialloblu, possibile con un eventuale successo pieno a Torre Annunziata da abbinare a buone notizie provenienti dal match fra Baronissi e Sant’Elia. Non dovrebbero esserci sorprese nello schieramento della Cav, con tutte le ragazze a disposizione.

Terzultima tornata invece in serie D femminile, con la Fmi Shop Pallavolo Cerignola al “Dileo” e la Dilillo in trasferta. La capolista del girone A, guidata da Michele Valentino, contro il Giovinazzo (domani, ore 21) vuole chiudere i conti per aggiudicarsi il primo posto matematico: operazione mancata di un soffio a causa del successo al tie break dello scorso sabato a Molfetta, sponda Asdam Pegaso. Match di livello per le fucsia, perché le giovinazzesi occupano la terza posizione ed hanno bisogno di punti per non perdere il terzo gradino della classifica; il tecnico cerignolano deve fare i conti con le condizioni non ottimali di qualche elemento, in primis capitan Tortora, costretta ai box per l’infortunio alla spalla di cui soffre da tempo. La Dilillo Libera Virtus gioca a Ruvo (domenica, ore 18.30) e, molto probabilmente, spenderà le ultime possibilità per evitare l’ultimo posto: è necessaria però una prova convincente e col bottino pieno per crederci ancora, al cospetto di una formazione discreta e che staziona in settima piazza. Le ultime prove con due punti racimolati al tie break fanno ben sperare, ma la parola decisiva spetta al campo ed alla voglia di rivalsa delle giovanissime di Lino Pollo.