La dodicesima giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver propone il derby cerignolano fra l’Allianz Udas e l’Olimpica Basket. La sfida arriva in un momento particolare per entrambe: da una parte i biancazzurri di Luigi Marinelli, che dopo lo stop contro la capolista Nardò, cercheranno di riprendere la striscia di vittorie che li ha portati fino al secondo posto di tutto rispetto, poi giovedì trasformatosi in terzo; dall’altra la sponda gialloblu, archiviata la beffa di Fasano con il successo interno infrasettimanale contro Monopoli, punta decisa al riscatto dopo la sconfitta dell’andata. Per vivere la vigilia della gara, già adrenalinica di per sé, il nostro giornale ha raccolto in esclusiva le dichiarazioni dei presidenti delle due squadre. Giuseppe Di Giorgio per l’Allianz Udas: «Questa è una delle partite più difficili che ci aspettano prima della fine della regular season -dice il presidente udassino-: è una partita delicata essendo un derby cittadino, i ragazzi sono carichi e metteranno lo stesso impegno di sempre. Contro Nardò è stata una partita bella e spettacolare: siamo rimasti in corsa fino al terzo quarto, poi ha prevalso la superiorità dei padroni di casa che ha legittimato il loro successo. Il derby è sempre stato una festa dello sport, una rivalità c’è, a volte esasperata: la nostra tifoseria sta organizzando una bella coreografia e ci sarà da divertirsi».

Rosario Saracino, massimo dirigente dell’Olimpica Basket: «Sicuramente faremo una gara tosta, gagliarda come facciamo sempre. E’ un regalo che facciamo alla città, perché in pochi hanno la fortuna di avere una stracittadina in questa serie. Nel basket non si può dare nulla per scontato, lo abbiamo visto contro Fasano e nella sfida di giovedì contro Monopoli. Abbiamo un filotto di partite importanti e cercheremo di restare in scia: speriamo di mantenere viva la speranza per la conquista dei playoff». Poche ore dopo l’intervista che abbiamo effettuato, lo stesso Saracino ha diramato una nota sulla pagina Facebook della società gialloblu, in cui protestava per le modalità di accesso alla partita stabilite da parte dell’Allianz Udas. In particolare circa l’aspetto legato al pagamento del tagliando normale (costo 5 euro) anche per i ragazzi accompagnati dai genitori, ventilando l’ipotesi che i tifosi della sua squadra disertassero la gara per protesta. Il sodalizio udassino, per evitare polemiche, ha diffuso le modalità rivedute e corrette, precisando che l’ingresso è gratuito per i ragazzini di 13 anni, accompagnati da un genitore, quest’ultimo non esente dall’acquisto del biglietto. Sul piano tecnico, sia Luigi Marinelli che Giovanni Gesmundo hanno tutti a disposizione: resta solo il campo a dover emettere fra poche ore il verdetto sulla stracittadina, in una stagione che sta regalando sorprese a non finire. Arbitri del confronto al Pala “Dileo”, alle 18, saranno Paradiso (Santeramo in Colle) e Marcone di Corato.

CONDIVIDI