Si ferma a cinque la striscia di vittorie consecutive della Cav Libera Virtus, sconfitta dalla Fiamma Torrese 3-2 nella 18ma giornata di campionato (25-19; 28-30; 20-25; 25-23; 17-15 i parziali). Uno stop sul quale ragionare, anche perché la formazione ofantina dà l’impressione di essere una incompiuta, sospesa fra l’ambizione di essere una “grande” o una squadra che è sì nelle posizioni playoff, ma che deve soffrire spesso per cause proprie, denotando limiti di identità. Mister Drago conferma lo schieramento titolare: Altomonte al palleggio e Carlozzi fuorimano; Martilotti ed Angelova di banda; Tralli e Piemontese centrali, più Tribuzio libero. Coach Adelaide Salerno risponde con: Cozzolino regista e Viscito sulla diagonale; Stanzione e De Siano laterali; Russo e Riparbelli sottorete e Inserra in difesa. Dallo 0-3 al 4-3, procedendo poi in alternanza, con la Cav che fatica ad adattarsi alle esigue misure del pala Oplonti: comunque, le ospiti vanno al timeout tecnico sul 7-8. Si gioca a viso aperto e non è semplice scardinare l’attenta difesa locale per le cerignolane: infatti, Stanzione e Viscito allungano sul 14-11; le ofantine recuperano con Carlozzi ed Altomonte, ma al secondo stop tecnico è 16-15. Viscito torna a dare il +3 alla Fiamma Torrese (19-16) e Russo avvicina la conquista del set che arriva puntuale, a causa di svariati errori in attacco delle avversarie. Carlozzi e Martilotti per lo 0-4 che apre la seconda frazione, poi torna sotto il sestetto campano: inizia a funzionare il muro ofantino, ma si è molto fallosi al servizio. Il muro di Russo vale l’8-7 e le ragazze di Salerno si fanno indubbiamente preferire: difendono con ardore restando molto corte in campo, realizzando parecchie occasioni in contrattacco (Viscito, 11-7). Cerignola è troppo incostante, torna a -1 ma vede le oplontine distanziarsi nuovamente (16-12), ancora un riavvicinamento e Tralli a muro firma il pari 17. Ora c’è equilibrio: De Siano per il 22-20, Carlozzi per il 22-23; il periodo si decide in volata con palle set da ambo le parti: Tralli usa tutta la sua esperienza, Angelova perfeziona per il pareggio.

Nel terzo parziale, sequenza di cambipalla continua, fino al block out di Stanzione per l’8-7 torrese: la situazione di completo stallo è rotta da Altomonte e Piemontese a muro, per un piccolo break virtussino, subito rimontato. Ancora Piemontese sorveglia bene sottorete (15-16), Martilotti sale di tono e mette la Cav sul 16-19: due errori gratuiti riportano in corsa la Fiamma (20-21). Entra De Toma per Tralli al servizio: la barlettana confeziona un ace e mezzo (19-23), sempre dai nove metri Altomonte sorpassa nel conto dei set. Nessuna delle due compagini prende il largo: Stanzione prende per mano le locali, dall’altra parte una prolifica Altomonte regala il 6-8; Angelova schiaccia palloni importanti e le sfidanti lavorano entrambe bene in difesa, offrendo scambi gradevoli. Non è però la stessa Fiamma Torrese del primo set e contemporaneamente le foggiane sono cresciute, grazie all’ordine infuso da Tribuzio in seconda linea. Orgogliosamente, Cozzolino e compagne recuperano parte del divario, costringendo le giocatrici di Drago alla massima attenzione: Angelova in grande spolvero per il 14-16, Stanzione aggancia e De Siano mette la freccia (18-17). A questo punto, le sensazioni di qualche minuto prima si ribaltano completamente: Martilotti non trova le mani del muro e la Libera Virtus va letteralmente in bambola, fra sbavature nei fondamentali ed a poco serve la rimonta sul 24-23. Un attacco out consegna alle mai dome alla compagine di casa la possibilità del tie break.

Altomonte si infortuna e Minervini è la carta di Drago sul 4-1: Russo colleziona fast per il 5-2, poi un cartellino rosso a Stanzione fa passare sul 5-6 la Cav. La schiacciatrice torrese spazza via nervosismo e muro avversario, costruendo l’8-7 del cambio di campo. Di nuovo altalena nel punteggio, 9-11 vanificati da troppe battute fuori misura: Stanzione per il primo match point annullato da Martilotti, si va ai vantaggi che premiano le locali, dotate di una feroce grinta e caparbietà, elementi che giustificano la vittoria della Fiamma Torrese. E’ il sesto tie break stagionale per Cerignola (su sedici incontri, di cui quattro in rimonta per le avversarie), segno che qualcosa va perfezionato -necessariamente- nella mentalità: domenica al pala “Dileo” ci sarà La Mimosa Teatina Chieti.

Ecco il tabellino della Cav Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Altomonte 8, Carlozzi 20, Martilotti 16, Angelova 14, Tralli 10, Piemontese 8, De Toma 1, Minervini, Tribuzio (libero).

CONDIVIDI